L’organista italiano Manuel Tomadin al Grote Kerk

Giovedì 28 luglio Manuel Tomadin prenderà il suo posto dietro le tastiere dell’organo Harderwijker Bätz. L’anno scorso ha tenuto un concerto straordinariamente bello a Harderwijk; e quest’anno il programma promette un’altra bella performance.

Ampio spazio è stato ricavato per una sonata per pianoforte (!) di Mozart, arrangiata per organo

E proprio questa musica di Mozart, sembra che l’organo sia fatto per quello. Tomadin si apre con una nota (4a) sonata di Mendelssohn, seguita da un allegro Concerto di un contemporaneo di Bach molto meno noto: Graum. Il castello è una grande sonata romantica per organo di Joseph Rheinberger

Tomadin studiò in Italia e in seguito prese lezioni con numerosi organisti di primo piano in Europa, tra cui gli olandesi Peter van Dijk e Jacques van Oortmerssen. Attualmente è considerato uno dei maggiori intenditori di musica rinascimentale e barocca. È organista a Trieste e insegna anche al Conservatorio di Trieste. Tiene molti concerti in tutta Europa.

Il concerto al Grote Kerk inizia alle 20:15. Le porte della chiesa aprono alle 19:45 Il biglietto d’ingresso è di € 8,-. Il blocco è possibile. Il parcheggio è disponibile su Kerkplein.

READ  Orso italiano, famoso per aver fatto irruzione in una panetteria, ucciso in uno scontro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *