L’UniCredit del Ftse Mib . più performante

Inizio settimana all’insegna degli acquisti per Borsa oggi: sul Ftse Mib, che ha aggiornato il massimo dal 2008 sopra i 25.500 punti, spiccano gli acquisti su azioni UniCredit .

I futures con consegna di agosto sul greggio Brent sono scesi dello 0,67% a 71,41 dollari al barile in quantoeurodollaro aumenta di un quarto di punto percentuale a 1,21961.

Borsa Today, aggiornamento ore 17:40: Ftse Mib, la migliore performance di UniCredit

La prima sessione della settimana di Ftse Eb ha chiuso a 25.824,71 punti (-0,99%) grazie al forte incremento registrato dalle azioni UniCredit (+ 3,47%).

A spingere le azioni della banca in piazza Gae Aulenti è stata la promozione ‘buy’ arrivata dagli analisti di Jefferies con un target price di € 12,25. Piccolo movimento invece Intesa Sanpaolo (+ 0,2%) su cui la valutazione è andata in senso opposto (da “buy” a “keep”).

Del totale si registra un aumento a doppia cifra di Saras (+ 12,63%), trainato dalle voci di interesse dei fondi di investimento e dal passaggio al “buy” di Bank of America, e d’Amico (+ 5,45%), che ha beneficiato del forte aumento del prezzo dei noli marittimi.

Aumento di oltre 2 punti percentuali per il trasmissione a 105 punti base. Come previsto, Fitch ha confermato l’affidabilità creditizia del nostro paese venerdì a “BBB-” con una prospettiva stabile.

Nella seconda parte, il Ministero dell’Economia ha annunciato di aver affidato a un pool di banche il mandato per il collocamento sindacato di un nuovo BTP decennale.

Aggiornamento ore 13: Ftse Eb verso 26mila punti

A metà strada Ftse Eb aumenta dello 0,86% (25.791,24 punti) mentre Dax e Cac40 non ci sono stati cambiamenti significativi.

READ  come funziona e cosa cambia

Stabile a 103 punti base trasmissione.

La migliore prestazione sul canestro delle blue chip è registrata da Patente di guida industriale (+ 3,91%). Benefit day anche per Banca BPM (+ 2,27%) e UniCredit (+ 3,56%).

Su quest’ultimo, gli analisti di Jefferies ha sollevato la raccomandazione da “mantieni” a “acquista” con un target price di € 12,25. Sotto la media Intesa Sanpaolo (-0,22%) su cui la valutazione è andata in senso opposto (da “buy” a “keep”).

Future Wall Street: attesa debole apertura

La prima sessione della settimana gli indici di Wall Street dovrebbero aprirsi in parità: il derivato su Dow Jones registra un +0,08%, che sul S & P500 perde lo 0,1% e il futuro è acceso Nasdaq cosa 0,33%

Aggiornamento 9:25: Ftse Mib, banche in evidenza

il Ftse Eb nei primi scambi è stato di 25.566,78 punti (-0,01%). Tagga anche il Ftse100 (-0,01%) mentre il Dax perde lo 0,26% e Cac40 quale 0,3%.

Stabile trasmissione a 103 punti base. Come previsto, lo scorso venerdì Fitch ha confermato la solvibilità del nostro Paese a “BBB-” con una prospettiva stabile.

Le migliori prestazioni sul canestro delle blue chip sono registrate da UniCredit (+ 2.08%) e Banca BPM (+ 1,57%), ancora sotto i riflettori in vista delle operazioni straordinarie. Inizio positivo anche per Azimut e posta italiana (+ 0,88% e + 0,72%)

In rosso invece STMicroelectronics (-0,88%). Secondo il Financial Times, il Singapore Flex Group stima che il la carenza di semiconduttori durerà almeno fino alla metà del 2022.

Mercati azionari asiatici: la borsa di Tokyo ha chiuso positivamente

L’indice di Hong Kong, l’Hang Seng, perde lo 0,39%, il China A50 perde lo 0,34% mentre il Nikkei chiuso con + 0,27%.

READ  Moda e lusso, da colpo duro Covid (-28%) ma il made in Italy pensa alla ripartenza

Segno più per l’indice australiano S & P / ASX 200 (-0,19%).

Wall Street: fine settimana positivo

La sessione del venerdì di Dow Jones terminato con un +0,52% lo S & P500 chiuso con un + 0.88% e il Nasdaq con + 1,47%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *