Malattie cardiache, 8 fattori di rischio: anche lo smog nel nuovo elenco. Lo studio delluniversità Cattolica – ilmessaggero.it

Malattie cardiache, 8 fattori di rischio: anche lo smog nel nuovo elenco. Lo studio delluniversità Cattolica – ilmessaggero.it

Obesità: Il professor Crea sottolinea che l’obesità è un fattore di rischio significativo per le malattie cardiovascolari. È importante combatterla e mantenere un peso sano.

Secondo una nuova ricerca condotta dal professor Crea, l’obesità rappresenta un pericolo crescente per la salute cardiovascolare. L’accumulo di grasso nel corpo può causare pressione alta, colesterolo alto e diabete, aumentando il rischio di malattie del cuore e dei vasi sanguigni. Pertanto, è essenziale combattere l’obesità e mantenere un peso sano.

Sedentarietà: La mancanza di attività fisica è un altro fattore di rischio spesso trascurato. Secondo il professor Crea, una vita sedentaria aumenta notevolmente il rischio di malattie cardiache. L’esercizio fisico regolare è fondamentale per mantenere un cuore sano. È consigliato fare almeno 30 minuti di attività fisica al giorno, come camminare, correre o fare yoga, per prevenire le malattie cardiovascolari.

Stress: Oltre a una cattiva alimentazione e alla mancanza di esercizio fisico, lo stress cronico può contribuire allo sviluppo di malattie cardiovascolari. Il professor Crea sottolinea l’importanza di trovare modi per gestire lo stress e promuovere il benessere mentale. Attività come la meditazione, lo yoga o hobby che favoriscono il relax, come la lettura o la pittura, possono essere molto utili per ridurre lo stress e proteggere il cuore.

Cattiva alimentazione: Una dieta poco salutare è un’altra causa comune di malattie cardiovascolari. Una dieta ricca di grassi saturi, zuccheri e cibi trasformati può aumentare il rischio di problemi cardiaci. Il professor Crea raccomanda piuttosto una dieta equilibrata, ricca di frutta, verdura e cereali integrali. Questi alimenti contengono antiossidanti e nutrienti che proteggono il cuore e mantengono i vasi sanguigni sani.

READ  Ospedale di Cosenza, il primo paziente affetto da episodi di tachicardia parossistica sottoposto a trattamento - Gazzetta del Sud - Edizione Cosenza

È importante sottolineare che questi nuovi fattori di rischio cardiovascolari, insieme ai tradizionali, possono contribuire alla comparsa di malattie del cuore e dei vasi sanguigni. Pertanto, è fondamentale sensibilizzare la popolazione su questi rischi e promuovere la prevenzione attraverso uno stile di vita sano.

In occasione della giornata mondiale del cuore di questo weekend, a Roma si terranno screening gratuiti e iniziative di sensibilizzazione sulla salute cardiovascolare. Sarà un’opportunità per il pubblico per controllare la propria salute e ricevere informazioni sui fattori di rischio e sulla prevenzione delle malattie cardiache. Si invitano quindi tutti coloro che vogliono prendersi cura del proprio cuore a partecipare e ad adottare uno stile di vita sano per proteggere la propria salute cardiovascolare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *