“Manipolato e poi pubblicato per suscitare diffidenza”

Alcuni hacker hanno violato i computer dell’Agenzia europea per i medicinali (EMA) e hanno rubato i documenti sui vaccini per renderli pubblici dopo averli manipolati per aumentare la sfiducia nei confronti dei vaccini. Lo rende noto la stessa agenzia dopo la pubblicazione di alcune notizie secondo le quali, dal carteggio piratato, le pressioni esercitate dalla Commissione Europea sull’Agenzia per accelerare i tempi di approvazione dei vaccini contro Covid. Tra i documenti divulgati e pubblicati on line, “c’è una corrispondenza elettronica interna e riservata risalente a novembre, relativa ai processi di valutazione del vaccino Covid-19.

Parte della corrispondenza è stata manipolata dagli autori prima della pubblicazione in un modo che potrebbe minare la fiducia nei vaccini “, ha scritto l’EMA in una dichiarazione.” Due autorizzazioni all’immissione in commercio dell’UE per I vaccini Covid-19 sono stati concessi a fine dicembre / inizio gennaio a seguito di una valutazione scientifica indipendente “, spiega l’agenzia, secondo la quale” a causa dell’alto tasso di contagio nell’UE, è urgente che la sanità pubblica fornisca vaccini ai cittadini dell’UE il prima possibile “. Nonostante questa urgenza, tuttavia, l’EMA continua:” C’è sempre stato un consenso in tutta l’UE a non compromettere gli standard di alta qualità e a basare qualsiasi raccomandazione su la forza delle prove scientifiche sulla sicurezza, qualità ed efficacia di un vaccino e niente. Altro “.

Le autorizzazioni, ha aggiunto l’agenzia, “vengono concesse quando esistono prove convincenti che i benefici della vaccinazione superano i rischi del vaccino. I dettagli completi delle valutazioni scientifiche sono disponibili pubblicamente nelle relazioni pubbliche di valutazione europee sul sito web dell’EMA “.

READ  Borsa Italiana, commento della seduta odierna (17 novembre 2020)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *