Migliori amici: Berlusconi e Putin

Migliori amici: Berlusconi e Putin

Ora che Putin è diventato l’aggressore che molti hanno sempre pensato a lui, gli italiani ricordano il rapporto troppo affettuoso che la politica italiana ha avuto in passato con il presidente russo.

Berlusconi, che, da ex presidente del Consiglio italiano, si è fatto festeggiare da Putin nel 2015. Notabene in Crimea, recentemente annessa alla Russia. Sono stati mostrati insieme attraverso la vecchia cantina del vigneto Massandra, dove Berlusconi ha mostrato una bottiglia e ha chiesto se potevano aprirla. Questa si rivelò essere una delle cinque bottiglie di Jerez de la Frontera del 1775, che erano state portate in Crimea durante il periodo di Caterina la Grande. L’intera Ucraina si è levata in piedi sulle zampe posteriori a causa della disattenzione con cui è stato trattato questo ucraino, se non patrimonio mondiale.

Nel 2017, Berlusconi ha fatto al suo amico un regalo più innocente per il suo 65esimo compleannoSte compleanno. Era un copripiumino con l’immagine a grandezza naturale dei due uomini che si stringevano calorosamente la mano. Ciò è in risposta a un precedente regalo di Putin che aveva regalato a Berlusconi il letto che il presidente italiano avrebbe condiviso con una prostituta nel 2008.

L’amicizia di Berlusconi con Putin risale al 2001, quando Putin stava ancora cercando di collaborare con l’UE. La coppia è andata in vacanza insieme nelle rispettive case di campagna in Sardegna e Sochi. Berlusconi ha difeso il suo amico nel bene e nel male per anni, anche dopo aver annesso la Crimea. E Putin era appena davanti a Berlusconi quando è stato portato in tribunale nel 2013 per gli scandali dei partiti sessuali. Se Berlusconi fosse stato gay, dice Putin, non sarebbe stato così.

READ  L'Italia approva il nuovo pacchetto di sostegno anti-inflazione da 14 miliardi di dollari

Nel 2015 Berlusconi ha scritto una lettera al quotidiano italiano Corriere della Sera in cui avverte che l’assenza dei capi di governo europei a Mosca negli anni ’70Ste la commemorazione della seconda guerra mondiale distrusse tutti i tentativi di coinvolgere la Russia in Occidente dopo la guerra fredda.

Nei giorni scorsi l’amicizia di Putin con Berlusconi, oggi 85enne, è stata rivisitata dalla televisione italiana. Nel programma Otto e mezzo il giornalista Sallusti ha espresso la sua opinione. Ha lavorato per Berlusconi in passato. E una volta le aveva spiegato il motivo della sua amicizia con Putin. Proprio perché Berlusconi ha visto anche il potenziale pericolo di Putin, lo ha tenuto vicino. Proprio come ha fatto con Erdogan e anche con Gheddafi. La Realpolitik di Bismarck, secondo il giornalista.

Berlusconi come “mediatore”?

Ora che Putin ha invaso l’Ucraina, Berlusconi, come altri partiti di centrodestra in Italia, sostiene cautela e diplomazia. L’escalation e le sanzioni, teme, porterebbero a prezzi dell’energia molto più elevati e a un’inflazione più elevata. Il suo partito, Forza Italia, lavorerà “con tutta la sua autorità e le sue relazioni internazionali” per una soluzione pacifica.

Nel 2002, Berlusconi ha convinto Putin e poi il presidente degli Stati Uniti George Bush Jr. a stringere la mano davanti al mondo. Nessun altro è mai riuscito a farlo.

“Due minuti con Putin”

Lo stesso Berlusconi si vantava di aver impedito un inutile massacro a Tbilisi chiamando direttamente Putin durante la crisi georgiana del 2008, dopo la quale i carri armati russi tornarono indietro.

E così amici e nemici in Italia ora si chiedono se nelle ultime settimane il mondo non avrebbe dovuto mettere in azione Berlusconi, l’unico uomo che Putin ha ucciso, l’unico uomo che avrebbe potuto riportarlo in sé. “Non credo sia una cattiva idea se Berlusconi chiama Putin per due minuti”, ha detto Filippo Sensi, deputato del Partito Democratico e dichiarato oppositore di Berlusconi. Ma Berlusconi tace e lascia che il presidente del Consiglio Draghi determini la posizione italiana.

READ  cosa si può fare dal 3 al 5 aprile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *