Navalnyj, Stati Uniti a Mosca: "Se fosse avvelenato misure senza precedenti"

Navalnyj, Stati Uniti a Mosca: “Se fosse avvelenato misure senza precedenti”

MOSCA – Il vice segretario di Stato americano Stephen Pole ha detto al ministro degli esteri russo Serghei Lavrov che Washington potrebbe intraprendere un’azione seria contro la Russia se dimostrasse che l’attivista dell’opposizione Alexei Navalny è stato avvelenato.

Lo ha annunciato il ministero degli Esteri russo. “Dopo aver classificato l’incidente come un ‘incidente’, la parte americana ha sottolineato che in caso di conferma del suo avvelenamento come attivista dell’opposizione, Washington adotterà misure che sminuirebbero la reazione pubblica degli Stati Uniti all’ingerenza russa nelle elezioni presidenziali. Americani del 2016 “, si legge nella nota tratta da Interfax.

Anche il segretario di stato Mike Pompeo ha sottolineato che gli Stati Uniti sono profondamente preoccupati per le conclusioni preliminari riportate dagli esperti medici tedeschi dell’ospedale tedesco Charité. “Se i rapporti si dimostrano accurati, gli Stati Uniti appoggiano la richiesta dell’UE di un’indagine completa ed sono pronti ad assistere in questo sforzo”. “La famiglia Navalny e il popolo russo meritano un’indagine completa e trasparente e che i responsabili siano puniti”, ha aggiunto.

“Profonda preoccupazione” è espressa anche dal Ministero degli Affari Esteri italiano. “Sosteniamo con forza – scrive la Farnesina – la necessità di fare piena luce su questi gravissimi eventi in tempi rapidi e, in linea con quanto già richiesto in Ue, ci auguriamo che le autorità russe avviino al più presto un’indagine indipendente e trasparente. possibile con l ‘obiettivo di assicurare i responsabili alla giustizia “.



Straniero

READ  Rahane: Sono il prossimo Dhoni ... non giochiamo una mano ... Rahane Action! - Diventerò un buon finisher come ha detto Rahane dhoni

Caso Navalnyj, le critiche al Cremlino: “Solo rumore a vuoto e i tedeschi hanno fretta”

Un’indagine dopo la relazione dei medici tedeschi che parla di “segni di avvelenamento” è stata richiesta anche da Francia e Germania che, secondo il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov Era troppo frettoloso: “Né i medici russi né quelli tedeschi possono determinare la causa del calo della colinesterasi nell’organismo” di Navalnyj. Anche i medici russi, ha proseguito il portavoce del presidente russo Vladimir Putin, “inizialmente si considerava la possibilità di avvelenamento”, ma la sostanza che ha portato al drastico deterioramento dell’attivista “non è stata individuata”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *