Nessuna approvazione contabile per il drammatico rapporto annuale di Sanderinks Strukton

Nessuna approvazione contabile per il drammatico rapporto annuale di Sanderinks Strukton

Il gruppo di costruzioni devastato dalla controversia Strukton dell’appaltatore Gerard Sanderink ha pubblicato venerdì sera il suo rapporto annuale finale per il 2020 dopo un grande ritardo, con una perdita di 198 milioni di euro. Per mancanza di dati, il revisore si è astenuto dall’esprimere un giudizio sul documento.

La perdita è stata in parte dovuta alla costruzione di una metropolitana nella capitale saudita Riyadh che è andata male. La società ha perso 64 milioni di euro su questo progetto. Inoltre, l’accusa deve ancora decidere se perseguire Strukton per corruzione. La società è sospettata di aver pagato una tangente per aggiudicarsi l’appalto.

senza vibrazioni

Poi c’è il disaccordo sulla costruzione della nuova sede RIVM a Utrecht. La controversia riguarda il rafforzamento e l’eliminazione delle vibrazioni dei laboratori nell’edificio. È appena fuori dalla trafficata A27 a Utrecht e non è ancora in uso. Secondo una nuova stima di Strukton, il progetto subirà un ritardo di quasi 3,5 anni. L’edificio dovrebbe ora essere completato entro la fine del prossimo anno. Nel 2020, Strukton ha perso 71 milioni di euro per il progetto e la società prevede che questo importo aumenterà. Strukton ha circa 4.000 dipendenti e un fatturato annuo di circa 1,4 miliardi di euro.

Legalmente, la relazione annuale avrebbe dovuto essere pubblicata prima, ma Strukton è rimasta senza contabile per un po’ di tempo e ha anche dovuto affrontare problemi di personale nell’area del controllo finanziario, ha detto sabato la società. Indica anche le complicazioni che circondano il CEO Gerard Sanderink, che alla fine è stato sospeso dal consiglio di sorveglianza nel marzo di quest’anno.

READ  Super fragile, vai alla vaccinazione con Moderna - Cronaca

Vendere

Questa settimana è stato annunciato che il CEO Sanderink voleva vendere Strukton e la sua società di computer Centric. Sostiene di essere una vittima della mafia russa. In Centric, invece, Sanderink è stato messo da parte dal giudice per cattiva gestione perché non riesce a separare i suoi interessi privati ​​da quelli della sua azienda. Può succedere anche a Strukton.

Strukton si è ritirato dal progetto della metropolitana di Riyadh in Arabia Saudita. “La conseguenza di ciò è, tra l’altro, che il commercialista non ha più accesso ai dati finanziari del consorzio in Arabia Saudita di cui Strukton faceva parte”, spiega Strukton.

Per questo motivo il dottore commercialista Mazars avrebbe dovuto decidere di emettere un disclaimer per l’intero bilancio annuale. Poiché i dati del 2020 si riflettono nella relazione del revisore dei conti per l’esercizio 2021, anche Strukton prevede l’astensione.

Van Rijbroeck

Sanderink, 74 anni, è sotto i riflettori da anni per la sua faida con la sua ex Brigitte van Egten, l’ex direttrice della sua attività di pannelli solari. Lo ha messo da parte per l’avvincente autoproclamato esperto di cyber Rian van Rijbroek, che presumibilmente lo ha aiutato con consigli e azioni. A causa delle ripetute e ingiustificate accuse nei confronti di Van Egten, Sanderink gli ha ora fatto perdere più di 4,6 milioni di euro di penalità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *