Nikola perde l’ordine per 2.500 camion elettrici per la raccolta dei rifiuti

Brutte notizie per Nikola Motor che sta attraversando un periodo molto difficile per seguire il suo bene problemi noti di cui abbiamo parlato più volte. L’azienda ha, infatti, perso il maxi ordine di Republic Services per la fornitura di 2.500 carrelli elettrici per la raccolta dei rifiuti. Republic Services è la seconda più grande società di gestione dei rifiuti negli Stati Uniti e aveva sottoscritto un abbonamento un accordo di fornitura con Nikola Motor lo scorso agosto.

Ora il produttore ha annunciato che l’accordo è stato annullato. Ufficialmente il motivo potrebbe essere trovato nel fatto che le aziende hanno capito che lo sviluppo di veicoli elettrici ci sarebbe voluto più tempo del previsto e avrebbe comportato costi imprevisti. Date le difficoltà di Nikola, si potrebbe persino pensare maliziosamente che i servizi della Repubblica volessero sfuggire a un accordo con un futuro incerto.

Tuttavia, il produttore americano afferma di rimanere concentrato sulla realizzazione dei suoi progetti relativi ai camion elettrici e quelli alimentati da sistemi a celle a combustibile. Sono iniziate le prove su strada di Nikola Tre, un camion elettrico sviluppato con IVECO che debutterà nel 2021.

Quel che è certo è che dopo il revisione approfondita dell’accordo con General Motors e la decisione di Bosch di ridurre gli investimenti, questa notizia mette certamente ancora più in dubbio il futuro di Nikola.

READ  Digitale Terrestre, televisione da sostituire? Scopriamolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *