Norris parla della spaccatura Verstappen-Hamilton

Lando Norris ha parlato delle sue opinioni sulla discussione finta che si sta svolgendo principalmente tra il campo Mercedes e il campo Red Bull Racing. Anche se lo stesso pilota della McLaren non è troppo infastidito dal rimbalzo, spera che piloti come Max Verstappen rimangano semplicemente dietro a Lewis Hamilton quando si tratta di salute e sicurezza.

Per ora, la stagione 2022 di Formula 1 è completamente dominata dal porpoising, ovvero il rimbalzo delle auto in pista. A soffrire di più è la Mercedes, mentre la Red Bull ha avuto più successo nell’affrontare il fenomeno. Ciò garantisce che le due squadre e i loro piloti siano diametralmente opposti nella discussione sull’opportunità di affrontare o meno il porpoising normativo. La Mercedes vuole che la FIA intervenga perché il rimbalzo mette in pericolo la sicurezza e la salute dei piloti. La Red Bull, dal canto suo, ritiene che la Mercedes debba semplicemente cambiare il design della sua vettura e non lasciare che altri team paghino per i loro problemi. Norris pensa alle sue condizioni.

Norris ha avuto un weekend di gara estremamente deludente in Canada, quindi non vede l’ora della sua gara di casa la prossima settimana in Gran Bretagna. Tuttavia, questo è anche il fine settimana in cui dovrebbe entrare in vigore la nuova direttiva FIA sulle propositi. Norris è curioso di sapere come andrà a finire. “Sarà interessante vedere se le nuove linee guida tecniche FIA ​​sul rimbalzo entreranno in vigore per allora”, ha scritto nella sua colonna per Il telegrafo† “Era chiaramente l’argomento principale di conversazione durante il weekend di gara in Canada e devo ammettere che ho sentimenti contrastanti a riguardo.”

READ  sole e caldo oggi e nei prossimi giorni »ILMETEO.it

Alonso sulla velocità in Canada: ‘Non il ritmo di Verstappen, ma quello di Hamilton’leggi di più

Norris chiaro: la sicurezza deve venire prima di tutto

La McLaren stessa non è troppo infastidita dalle focene e quindi non hanno commentato troppo, ammette il pilota britannico. “Non siamo molto colpiti dalla focena, quindi non abbiamo spinto per il cambiamento. Ma la sicurezza deve venire prima di tutto”. Norris è quindi d’accordo con le parole di Toto Wolff e Lewis Hamilton, che hanno definito che la sicurezza deve venire prima e che la focena deve quindi essere affrontata dalla FIA. “Se c’è un pericolo reale che i conducenti possano subire conseguenze sulla salute a lungo termine da rimbalzi, perdita di concentrazione o incidenti, allora qualcosa deve essere fatto”, ha detto Norris.

Hai già l’app GPFans? Scaricali qui!

Red Bull e Ferrari logicamente contrarie ai cambiamenti

Tuttavia, il pilota della McLaren sa anche che Verstappen e la Red Bull sono contrari a regolamenti speciali sulle foche. “Le prime due squadre (Red Bull e Ferrari) hanno chiaramente svolto un lavoro molto migliore di chiunque altro nell’interpretare le regole, quindi capisco perché sarebbero contrarie al cambio a metà stagione”, scrive Norris.

Norris chiama Verstappen per sostenere Hamilton

Allo stesso tempo, il pilota britannico crede che Verstappen, ma anche tutti gli altri colleghi, debbano radunarsi dietro Hamilton perché è questione di salute e sicurezza. “Se tra un anno o due ho un problema che penso metta a rischio la mia salute, vorrei che anche i miei compagni piloti fossero dietro di me”, ha detto.

INTERESSANTE ANCHE: Kravitz: ‘La focena regola lo svantaggio per Hamilton, vantaggio per la Red Bull’

Verstappen si è però espresso chiaramente sulla questione e non sembra in alcun modo determinato a schierarsi con Hamilton e Mercedes. Verstappen ha recentemente affermato, tra le altre cose, che ogni sport comporta rischi di lesioni e che la Mercedes può semplicemente sollevare la propria auto se ritiene che l’attuale modo di guidare non sia sicuro per i propri conducenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.