Occhio a queste date: cosa ci aspetta con il bollo auto nel 2022

il tassa automobilistica, ovvero la tassa di proprietà dell’auto, è una tassa che deve essere pagata su base annua ed è regolamentata dalle diverse regioni. È infatti solo in caso di inadempimento che interviene l’amministrazione tributaria.

La particolarità del francobollo è il scadenza personalizzato. La durata finale di ciascuno è calcolata sulla base del primo pagamento dell’imposta. Pertanto, l’imposta deve essere pagata annualmente, ma non dal 1 gennaio al 31 dicembre. Ecco le date da ricordare per l’anno 2022.

Ecco le scadenze per quest’anno

I proprietari di un veicolo non soggetto all’esenzione fiscale devono pagare il bollo auto dal 1 al 31 gennaio 2022 se scade il 31 dicembre del mese precedente. Tuttavia, il pagamento deve essere effettuato dal 1 al 28 febbraio 2022 se la scadenza è il 31 gennaio del mese precedente. Eccetera. Si paga dal 1 marzo al 31 marzo 2022, se la scadenza è il 28 febbraio precedente; dal 1 al 30 aprile 2022 se la scadenza è il 31 marzo; dal 1 maggio al 31 maggio 2022 se il bollo scade il 30 aprile del mese precedente; dal 1 al 30 giugno 2022 se la scadenza è il 31 maggio; dal 1 luglio al 31 luglio 2022 se scade il 30 giugno; dal 1 al 31 agosto 2022 se la scadenza è il 31 luglio; dal 1 al 30 settembre 2022 se la scadenza è il 31 agosto; dal 1 al 31 ottobre 2022 se scade il 30 settembre; dal 1 al 30 novembre 2022 con scadenza 31 ottobre; dal 1 al 31 dicembre 2022 se scade il 30 novembre.

READ  come aggiungere ATM all'app IO

Come spiegato sopra, il bollo auto è uno dei tassa regionale, quindi, sono le diverse regioni italiane che si fanno carico dell’intera gestione, avvalendosi del servizio dell’Agenzia delle Entrate.

Bollo auto: quanto si paga?

Per conoscere l’importo della tua tassa automobilistica, è necessario esaminare il legislazione comunitaria sulle emissioni inquinanti presenti sulla carta di circolazione. In questo modo è possibile valutare quale direttiva interessa l’auto, e quindi moltiplicare il valore corrispondente per ogni kW di potenza del veicolo o HP (questo se la potenza massima con questa unità di misura è sempre indicata nel certificato di immatricolazione del veicolo . ).

L’imposta relativa all’anno 2022 può essere pagata nei centri Aci (Automobile Club d’Italia) o direttamente sul portale online dell’Aci, ma anche presso gli uffici postali, nelle filiali Lottomatica, presso i distributori automatici o negli uffici. banca ITB.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *