Okta riconosce i clienti colpiti dall’attacco Lapsus$ – Computer – News

Okta ha rilasciato una nuova dichiarazione in merito all’attacco Lapsus$ ai sistemi aziendali. Secondo Okta, il 2,5% dei suoi clienti è stato colpito dall’attacco del gruppo di hacker. Okta è una piattaforma di autenticazione per aziende come Apple e Amazon.

Nel dichiarazione Okta ammette che i dati potrebbero essere trapelati da alcuni clienti dopo l’attacco del gruppo di hacker Lapsus$. In precedenza, la società aveva affermato che nessun cliente era stato colpito. Si ritiene che si tratti di un tentativo di hacking di gennaio, in cui gli hacker avevano solo un accesso limitato ai sistemi aziendali. L’impatto ora sembra maggiore. Il capo della sicurezza di Okta, David Bradbury, si è scusato nella dichiarazione.

Secondo l’azienda, i clienti non devono intraprendere alcuna azione in questo momento. Okta contatterà i clienti i cui dati potrebbero essere stati divulgati o consultati. Ciò rappresenterebbe il 2,5% dei circa 15.000 clienti serviti da Okta. Il danno potrebbe essere significativo se gli hacker potessero accedere ai sistemi dei clienti di Okta anche attraverso la piattaforma di accesso unico dell’azienda.

Il gruppo di hacker Lapsus$ è dietro l’attacco a Okta e ha pubblicato screenshot online come prova dell’hacking. Okta ha avviato un’indagine sulla denuncia degli hacker. Lapsus$ scrive di voler accedere ai clienti aziendali tramite Okta. Il gruppo non ha ancora fatto richieste a Okta, cosa che ha già fatto con altri attacchi.

Lapsus$ è già riuscito a penetrare Nvidia e Samsung† Questa settimana è stato anche annunciato che Microsoft è stata colpita da un attacco del gruppo. Il gigante della tecnologia ora ha confermato che Lapsus$ aveva accesso al codice sorgente di Bing e Cortana.

READ  La dogana cinese sequestra migliaia di schede video XFX etichettate erroneamente - IT - Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *