“Ora stai pagando il doppio per litigare, per me sta andando troppo lontano” | ADESSO

Tutti i giorni al supermercato locale o una volta alla settimana tutte le occasioni? Con l’attuale crisi dei costi, siamo più critici sulle nostre spese, anche al supermercato. In categoria la ricevuta parliamo ogni settimana con un olandese della sua strategia da supermercato in tempi di inflazione.

Chi: Lena Glucksman Nilsson (40)
guadagnarsi da vivere come: dipendente del servizio clienti
Risiedere: Ad Amsterdam

Lo scontrino di Lena

  • Latte parzialmente scremato biologico 2,58 euro
  • Yogurt alla vaniglia biologico 1,99 euro
  • Yogurt € 1,79
  • Tonno € 1,24
  • Succo spremuto 2,99 euro
  • Frullato di Mango Avocado 2,39 euro
  • Zuppa Bami 1,10 euro
  • Burro € 4,89
  • Maionese € 1,60
  • Trita cipolle con formaggio 0,99 euro
  • Pane 1,69 euro
  • Kibbeling 3,49 euro
  • Prosciutto da macellaio 2,79 euro
  • Straccetti di pancetta bio 3,39 euro
  • Salsa Ravigote 1,09 euro
  • Pasta per croissant 2,19 euro
  • 2 vasetti di spezie 3,18 euro
  • Biscotti € 0,75
  • Bevanda energetica 2,78 euro
  • Solo cipolle 1,49 euro
  • Banane € 0,97
  • Pere 2,13 euro
  • Totale: 48,74 €

Per quanti giorni e per quante persone sono questi messaggi?
“Per me e i miei due figli adolescenti di dodici e quattordici anni che attualmente sono insaziabili. I 2 chili di cipolle, burro e maionese dureranno più a lungo. Ma i latticini, i biscotti e la frutta saranno sicuramente spariti in due giorni”.

Gli attuali aumenti di prezzo incidono sui generi alimentari che acquisti?
“Con due ragazzi che crescono, non penso che sia un buon piano per ridurre cibo e bevande. Ma preferirei comprare questo kibbeling dal pescivendolo. Ha un sapore migliore se cucinato davanti a te. Ma lo farei piuttosto vai, decisamente in questo momento, pagando il doppio e questo è troppo per me. “

Compri marche più economiche?
“Dipende se c’è una differenza di gusto e cambia a seconda del prodotto. Ma invece di pere e banane preferisco comprare frutti di bosco e more, per esempio. Ma il prezzo principale lo paghi adesso, per 200 grammi di frutta insipida Vengo dalla Svezia e lì puoi raccoglierla tu stesso e pagare una frazione di quel prezzo al chilo e il gusto non è secondo a nessuno Chiamami viziato.

Hai mai visitato un supermercato svedese? Vedi gli stessi aumenti di prezzo lì?
“Sì, è anche l’Unione Europea. Ma la mia famiglia vive fuori dalla grande città. Vai direttamente dal contadino a fare la spesa. Perché non hai intermediari, è più economico ed è davvero molto meglio”.

“Un’altra differenza: i supermercati svedesi sembrano più adatti alle famiglie. Si acquistano confezioni più grandi. La carne da 1 o 2 kg è standard. Qui ad Amsterdam le case sono ovviamente più piccole e non si può perdere nulla. Quindi, alla fine, la Svezia è più economico in termini di generi alimentari perché ne compri di più.”

Se i prezzi salgono ancora di più, cercherai un supermercato più economico?
“Non penso per tutti i prodotti. Penso che abbia senso investire più tempo nello shopping facendo affari in vari negozi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.