pagamenti fino al 31 ottobre 2021

Tranquillità fiscale, tempi di rottamazione e conguaglio e ritiro delle pratiche all’estensione. Un emendamento al decreto Sostegni bis allunga le scadenze previste per il 2020 al 31 ottobre, per evitare l’ingorgo del 2 agosto 2021. In attesa di conferma, facciamo il punto su eventuali novità.

pace fiscale, estensione arrivare per Vota dal 2020, posticipato fino al 31 ottobre 2021.

Stiamo andando verso un nuovo calendario attraverso rottamazione ed equilibratura ed estrazione Registri.

L’obiettivo è evitare gli ingorghi 2 agosto 2021 scadenze, termine entro il quale sarà necessario pagare le rate della pace fiscale scaduta nel 2020 e congelata in vista dell’emergenza pandemia.

Al netto dei 5 giorni di tolleranza, la scadenza del 2 agosto 2021 sembra difficile da rispettare, anche alla luce dei postumi causati dal lungo periodo di chiusure e restrizioni imposte per contenere i contagi.

La soluzione potrebbe venire con il conversione in legge del decreto Sostegni bis. L’emendamento proposta dalla Maggioranza e dal Governo prevede la possibilità di diluire i pagamenti delle rate dovute in quattro date, di cui l’ultimo 31 ottobre 2021.

Resterebbe invece confermato l’appuntamento del 30 novembre con i pagamenti in scadenza nel 2021.

Pace fiscale, nuove scadenze di rottamazione e bilancio ed estratto: acconti fino al 31 ottobre 2021

La legge di conversione del decreto Sostegni bis si prepara a ribaltare il calendario delle scadenze fiscali nei prossimi mesi, ripensando alle date dei bond estivi.

Insieme all’ipotesi di un’ulteriore estensione dell’imposta sul reddito, il governo sta lavorando ridefinizione delle scadenze per la pace fiscale.

Come riportato da Sole24Ore, l’appuntamento con le fette di rottamazione e il saldo ed estratto delle pratiche scadute nel 2020 potrebbe essere così ripartito:

  • il 2 agosto 2021 la scadenza delle rate sospese dovute, originariamente, è confermata il 28 febbraio (rottamazione) e 31 marzo 2020 (saldo ed estratto);
  • per il pagamento del rottamazione in scadenza il 31 maggio 2020 dovrebbero proroga fino al 31 agosto 2021;
  • per il pagamento del rottamazione e bilancio ed estratto dal 31 luglio 2020 ha intenzione di proroga fino al 30 settembre 2021;
  • per il pagamento del 30 novembre 2020 lo smaltimento è invece previsto proroga fino al 31 ottobre 2021 che, cadendo domenica, sarebbe stata posticipata a lunedì 1 novembre.
READ  sconti estesi a tablet e PC

Rimarrebbe al suo posto confermata la scadenza del 30 novembre 2021 con pagamenti in scadenza il 28 febbraio, 31 marzo, 31 maggio e 31 luglio 2021.

È stabilito che l’emendamento non è ancora stato definitivamente approvato.

Tuttavia, l’obiettivo della diluizione dei pagamenti è condiviso da tutti i soggetti che compongono la Maggioranza di Governo.

L’incontro di inizio agosto con le unità di rottamazione e il bilancio e gli estratti dei fascicoli relativi al 2020 è uno dei più pesanti, sul quale il decreto-legge n. 99/2021.

Stanno bene tu sei l’anticipo, a pena di decadenza dal beneficio della definizione agevolata.

Tutti i pagamenti devono essere effettuati entro il 2 agosto (la normale scadenza del 31 luglio cade di sabato ed è automaticamente posticipata al lunedì successivo). Tolleranza di 5 giorni, portando la data dell’ultimo pagamento a 9 agosto 2021.

Alla base della possibile proroga c’è quindi la necessità di agevolare chi ha raggiunto la pace fiscale, ma non solo. Il decreto del Ministero dell’Economia relativo al estratti volantini fino a 5.000 euro che, secondo le prescrizioni, comprende anche i debiti compresi nella definizione agevolata.

Pace fiscale, il nuovo calendario delle scadenze demolizioni e bilancio ed estratto

Bisognerà attendere l’approvazione dell’emendamento, quindi il varo della legge di conversione del decreto Sostegni bis, per avere conferma qualcosa di nuovo scadenze di pace fiscale.

La disponibilità del testo definitivo dell’emendamento è quindi essenziale per determinare se il Periodo di tolleranza di 5 giorni, che consentirebbe un ulteriore posticipo, seppur di poco, del termine per il versamento degli acconti per la rottamazione e per il saldo e per lo stralcio.

READ  lavorare su una legge per allargare la concorrenza - Corriere.it

Al momento, questa possibilità è confermato per le rate 2021 dovuto da 30 novembre che, di fatto, può essere pagato entro la scadenza del 6 dicembre 2021.

In attesa di novità, ecco una tabella con le nuove scadenze al vaglio del Governo:

Rottamazione ter – scadenza originariaSaldo ed estratto – data di scadenza originaleProroga decreto Sostegni bis
28 febbraio 202031 marzo 202031 luglio 2021 (2 agosto)
31 maggio 202031 agosto 2021
31 luglio 202031 luglio 202030 settembre 2021
30 novembre 202031 ottobre 2021 (1 novembre)
28 febbraio 202131 marzo 202130 novembre 2021
31 maggio 202130 novembre 2021
31 luglio 202131 luglio 202130 novembre 2021
30 novembre 202130 novembre 2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *