Pasquetta blindata, controlli di viaggio estesi fuori città. Da domani tornano i colori: Marche, Veneto e Trento in arancio

Anche il lunedì di Pasquetta, tutta l’Italia è zona rossa. L’anti-Coronavirus pianificate per la fascia di rischio più elevata e le movimentazioni sono autorizzate solo per comprovati motivi di necessità ed urgenza, da indicare sull’autocertificazione. Dai 5 ai 22, invece, è possibile spostarsi una volta al giorno presso le case di parenti o amici in un massimo di due persone, escluse le persone diversamente abili e i ragazzi sotto i 14 anni.

Le regole del viaggio

L’accesso alle seconde case è consentito sia all’interno della propria regione che all’esterno, a meno che questo tipo di movimento non sia vietato da specifiche ordinanze regionali, ad esempio in Sardegna, Toscana, Liguria, Valle d’Aosta e nella provincia autonoma di Bolzano. Solo il nucleo familiare può recarsi nella seconda casa e in caso di controlli sarà necessario dimostrare di essere il proprietario o inquilino della proprietà entro il 14 gennaio 2021. Sono vietati picnic, uscite e uscite, con controllo del tappeto di parte delle forze di polizia: più di 70.000 agenti sono stati dispiegati sul campo per far rispettare i divieti.

I limiti del viaggio all’estero

Nel frattempo, il Ministro della Salute, Roberto Speranza, prorogato fino alla fine del mese il limiti per viaggiare all’estero: il standard riguardano tutti coloro che sono rimasti o sono passati nei 14 giorni precedenti l’ingresso in Italia in uno o più Paesi esteri. Ma nella lista, dal 7 aprile, sono stati inseriti anche Austria, Israele, Regno Unito e Irlanda del Nord, dove sarà quindi possibile viaggiare senza motivi specifici, come avviene per altri paesi europei.

Chi tornerà in Italia da uno di questi Paesi o comunque da uno Stato membro dell’Unione Europea dovrà sottoporsi ad un prelievo (molecolare o antigene) entro le 48 ore precedenti con esito negativo, sottoporsi a sorveglianza sanitaria e isolamento fiduciario. . per cinque giorni e al termine dell’isolamento prelevare un altro campione. Sono tuttavia allo studio delle eccezioni, ad esempio per chi entra in Italia tramite voli testati da Covid.

READ  Caos Fiorentina, si è dimesso Prandelli - Calcio

La scorsa settimana in rosso per la Lombardia?

Da domani, finalmente, l’Italia sarà nuovamente divisa dal sistema colore, ma senza zone gialle fino a fine aprile. Marche, Veneto e provincia autonoma di Trento sono tutte pronte per diventare arancione. Questa settimana potrebbe essere anche l’ultima in zona rossa per la Lombardia. Dal 12 aprile anche altri territori, come Emilia-Romagna e Toscana, sperano in un allentamento delle misure restrittive.

Conoscere:

Leggi anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *