Patrick Lefevere: “Mark Cavendish non può dire ora che la squadra non lo ha sostenuto” | pagamento

Marc Cavendish corre al Giro per la prima volta in 9 anni. Segnerà presto il suo ritorno con una vittoria in volata?

“Quando sarò soddisfatto del suo Giro? Se vincerà almeno una tappa”, il boss della squadra Patrick Lefevere gli mette subito un po’ di pressione sulle scarpe.

“Cominciamo con una tappa. Poi la seconda sarà più facile. Anche se non è facile, ma l’anno scorso nessuno pensava che avrebbe vinto il Tour”.

“Mark si è preparato bene in Grecia. Penso che ci creda”.

Cavendish è supportato anche dal pilota Michael Morkov, che è stato aggiunto alla lista di partenza all’ultimo minuto.

“Non volevamo dargli nulla per dirgli che la squadra non lo supportava. Ballerini, Van Lerberghe, Morkov: non credo ci sia uscita migliore”.

C’è anche un elemento aggiuntivo sotto la pelle. “Tensione” la chiama Lefevere.

Fondamentalmente Fabio Jakobsen va al Tour, non Cavendish. Lefevere era seccato quando è venuto fuori l’argomento.

“Sono un po’ stanco della domanda. L’anno scorso Sam Bennett è stato il nostro velocista e tutti sanno cosa è successo”.

“Dobbiamo essere professionisti: puoi partire con 8 piloti, ma devi avere almeno 10 piloti pronti”.

READ  Meteo, neve in pianura torinese a Bologna. Acqua alta, Mose in azione a Venezia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.