Per questo le elezioni italiane sono importanti anche per noi

Chi segue un po’ la politica italiana sa che è teatro. Ci sono risse e non è mai calmo. Fino a quando Mario Draghi non è diventato Presidente del Consiglio, l’ex Presidente della Banca Centrale Europea. Promise riforme, sembrò rimettere l’Italia sulla retta via economicamente e formò una “coalizione di unità nazionale”. Tutti i partiti facevano parte di questa coalizione, tranne uno: Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni.

È proprio questo ruolo di opposizione che è importante. Perché il governo Draghi è caduto e quindi ci saranno nuove elezioni domani. “Meloni è stato l’unico che ha potuto commentare il disaccordo all’interno del governo Draghi”, ha detto il corrispondente Anouk Boone. “Di conseguenza, non ha perso la sua credibilità durante questo periodo. Poiché era all’opposizione, non ha rovinato le promesse elettorali come le altre”.

quarto di voti

Laddove i Fratelli d’Italia (Fratelli d’Italia in olandese) hanno ottenuto solo il 4% dei voti nelle precedenti elezioni, ora sono un quarto dei voti negli ultimi sondaggi.

Se questo scenario si realizzerà, l’Italia quasi sicuramente otterrà il premier Giorgia Meloni. Sarà la prima donna primo ministro del Paese. Ma difendere i diritti delle donne? Probabilmente non accadrà presto. Meloni è molto conservatore. Contro l’aborto, contro l’eutanasia e contro il matrimonio omosessuale. Ma per i valori tradizionali della famiglia. Nel video qui sotto, riassume alcune delle sue opinioni.

“In entrambi i discorsi, vuole dimostrare di essere per la ‘famiglia naturale’, ovvero un matrimonio tra un uomo e una donna”, spiega il corrispondente Boone. “Non è per l’estensione dei diritti dei gay, forse vuole anche armeggiare con i diritti che già esistono”. È anche contraria all’ideologia di genere, con la quale intende dire che se sei una donna, rimani una donna.

“Inoltre, afferma di essere specificamente italiana, mostra il suo lato nazionalista. L’Italia prima. L’Unione europea li ha più volte ridicolizzati. Ed è dura con i migranti. Ha parlato di un blocco in mare, dove l’esercito deve fermare le barche dei migranti”.

Partito con un lato fascista

Le opinioni di Meloni potrebbero non sembrare molto strane. Sempre più partiti nei paesi europei li stanno proclamando. Tuttavia, c’è ancora un lato fascista nel partito Fratelli d’Italia di Meloni. Ha anche a che fare con la stessa Meloni.

Nei suoi primi anni, divenne membro di un movimento neofascista. E nel 1996 ha detto alla televisione francese che il fascista Mussolini era “un buon politico”. Ora respinge quel periodo e quelle affermazioni come un peccato d’infanzia.

Tuttavia, all’interno di Fratelli d’Italia, ci sono politici che a volte hanno fatto il saluto di Hitler o apertamente fan apparteneva all’ex dittatore. E la fiamma del logo del partito rimanda al tempo di Mussolini.

“All’inizio era un piccolo partito di opposizione”, spiega Boone. “Ora è un grande partito e ha la possibilità di essere primo ministro. Non solo vince le elezioni con l’elettore radicale, ma deve anche legare a lei la persona comune”.

Silvio Berlusconic

Meloni non può governare da solo. Ha bisogno di partner di coalizione. Sarà la Lega nazionalista di destra di Matteo Salvini e Forza Italia di, sta ancora con, Silvio Berlusconi, 85 anni. Una coalizione di estrema destra, ma è stabile? Si teme che non sia così e che immediatamente renda queste elezioni importanti per il resto d’Europa.

Perché l’Italia resta la preoccupazione dell’Ue. Ad esempio, hanno un’economia in difficoltà e il secondo debito pubblico più alto dell’Eurozona.

Anche l’Italia ha sofferto molto per la pandemia di corona. Non per niente il Paese riceve l’importo più alto del fondo di stimolo corona di tutti i Paesi: oltre 200 miliardi.

Diventa più europeista

La domanda è se questi soldi siano ben spesi da qualcuno che è molto critico nei confronti dell’Unione europea. Più probabilmente. “L’Italia ha davvero bisogno di soldi”, ha detto Boone. “Meloni non può permettersi di avere a che fare con l’Europa. L’Italia sta attraversando un periodo difficile, con un’economia debole e con i problemi dell’energia e dell’inflazione. Nonostante il suo lato nazionalista, si è quindi espressa in modo più europeista ultimamente”.

Ma per far andare avanti l’economia e ottenere i soldi della corona, sono necessarie stabilità politica e calma. Ma i partiti non la pensano allo stesso modo su tutto. Ci sono differenze sul ruolo dell’Europa. E mentre Meloni promette molto sostegno all’Ucraina, il partner della coalizione Salvini è sempre più critico nei confronti delle sanzioni contro la Russia. La coalizione dovrà dimostrare che le loro differenze non sono insormontabili.

READ  1 maggio, l'inizio di una nuova era dopo il Covid?

L’Europa guarda con entusiasmo

L’Europa attende con impazienza ciò che accadrà in Italia nel prossimo futuro. L’Ue terrà già conto del premier Meloni. Ma la domanda chiave è se riuscirà a creare un governo italiano stabile. Colui che, nonostante le idee a volte estremamente conservatrici, si rivela un partner affidabile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.