Piazzapulita, “Tecnicamente Erdogan …” Paolo Mieli interroga Letta. Il segretario Dem Hesitates – Time

La puntata del 15 aprile di Piazzapulita, condotta su La7 da Corrado Formigli, accoglie il segretario del Pd Enrico Letta e il giornalista e saggista Paolo Mieli. Il quale, una volta che parla, incalza il leader del Pd con una serie di domande a bruciapelo che quasi pretendono risposte brusche. Mieli chiede, riferendosi a quanto ha detto Draghi sul presidente della Turchia: “Secondo lei, Erdogan è un dittatore?”. E la risposta di Letta lascia, almeno all’inizio, un po ‘perplessa: “Secondo me non è tecnicamente un dittatore, perché ha un parlamento che lo ha eletto. Penso che sia un autocrate ”. E ancora: “Draghi gli ha forzato la mano, definendolo dittatore, in relazione a una situazione che esiste in Turchia molto pesante, oltre i limiti”. E la porta del divano? “Quello che ha fatto Erdogan nei confronti di Ursula Von der Leyen – continua Letta – è incredibile. Così come è incredibile il comportamento del presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, che avrebbe dovuto alzarsi e far sedere il presidente della Commissione europea ”.

Mieli esorta: “Putin è un assassino?” riferendosi alle osservazioni fatte pochi giorni fa dal presidente degli Stati Uniti Biden. E “minaccia” Letta: “Guarda, continuerò a farti domande tutta la sera …” Il segretario del Pd, con la sua solita calma, si spegne per non scendere a compromessi: “Non lo farei non lo farei hanno risposto così alla domanda – risponde, praticamente senza rispondere – perché i rapporti tra Stati Uniti e Russia devono usare toni diversi. Dopo di che, le responsabilità russe sono enormi “. Mieli non si arrende:” Ed è Al-Sisi un dittatore? “. E a questo punto Letta non può difendere l’indifendibile presidente egiziano e risponde:” Ebbene, io direi di sì “. E sorridendo soddisfatto Mieli commenta: “Stai per creare un incidente diplomatico con l’Egitto …”

READ  Solo detrazioni tracciabili nel 730, esclusi pagamenti in contanti per spese nel 2020. Eccezioni. La lavagna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.