presto peggio di MARZO INFEZIONI! Parla dunque il BIOLOGO BUCCI »ILMETEO.it

CORONAVIRUS: infezioni presto peggiori di MARTE! Ecco perché parla il BIOLOGO BUCCI

Ecco il pronostico del BIOLOGO Enrico BUCCIL’incubo sta per tornare, o è tornato, dipende dal punto di vista. Per alcuni virologi il peggio deve ancora venire, per altri al contrario, se rispettiamo le misure adottate dal governo, potremmo scappare, in un angolo. Chi parla di un peggioramento improvviso, è Enrico BUCCI, professore di biologia alla Temple University di Philadelphia. Un esperto che ha seguito l’emergenza sanitaria CORONAVIRUS dall’inizio e che ora in termini chiari parla di aggravamento. Ha parlato con Bucci Repubblica.

La situazione è peggiorata tra il 4 e il 5 ottobreDa quel momento, infatti, cure intensive e ricoveri hanno ricominciato ad aumentare in modo preoccupante. Se questa è la tendenza, finiremo di nuovo. fine ottobre con 1500 ricoverati in terapia intensiva e 12.000 pazienti Covid nei reparti ordinari. Questi dati ci spiegano che l’allentamento delle misure, con il “tutto libero” d’estate, ha riavviato la circolazione del virus che era stata fermata con la serratura primaverile ”.

L’aumento delle infezioni è dovuto, secondo Bucci, l’inevitabile ripresa delle attività lavorative e il sovraffollamento nei trasporti. “Dobbiamo ridurre il numero di persone che utilizzano i mezzi di trasporto contemporaneamente. La libertà di movimento delle persone non deve essere ridotta ma la loro densità nello stesso luogo”, aggiunge. E infine l’attacco al governo. “Dobbiamo chiedere che le istituzioni mitighino il più possibile i danni alla salute e all’economia, senza perdere tempo. Finora sono mancati, trovandosi impreparati alla seconda ondata e ponendo la responsabilità soprattutto sulle spalle del popolo “.

READ  "Negazione, ansia, paura. Così gli italiani sperimentano nuove infezioni"

Insomma un’immagine tutt’altro che rosa quella proposta dall’esperto. Vedremo lo so ciò che è pianificato diventerà realtà, o di fatto, questa rimarrà solo una previsione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *