pronto a “digerire” Italia Viva? – Gratuito tutti i giorni

Grillini allo sbando. M5 in procinto di dividersi. I dissidenti guidati da Alessandro Di Battistainfatti, non vogliono un nuovo accordo con Matteo renzi. Sette grillini sarebbero pronti a lasciare la festa, nel caso tornassero a collaborare con Italia Viva. E nella mattinata di oggi è stato programmato un incontro, a partire dalle ore 10, su una piattaforma online. Riunione dei dissidenti, una ventina tra Camera e Senato, che avrebbero fatto il punto sul ritorno alla maggioranza di Renzi, contestando palesemente il ribaltamento dei vertici del partito alla demolizione. Ma la riunione della carbonara è stata saltata a causa della fuga di notizie del giorno prima. Insomma, preferiscono non esporsi. E, forse, preferiscono “ingoiare” anche Renzi per non perdere il posto.


Video su questo argomento

In mattinata, però, Di Battista ha nuovamente attaccato il leader di Italia Viva. “Renzi contro il licenziamento dei Benetton: un motivo in più per tenerlo lontano dal governo ”, ha scritto sui social, rilanciando un articolo di TPI il 22 gennaio. Insomma, un attacco totale a Renzi ea chi in M5 è tornato a tendere la mano.

Quindi, da M5, ecco le parole di Luigi Di Maio: “In questi momenti abbiamo bisogno di un esecutivo forte, quando sembriamo deboli agli occhi del mondo. O ci mettiamo in testa che dobbiamo iniziare rapidamente con un nuovo governo mirato a sfruttare al massimo lo stimolo di 209 miliardi. Oppure le generazioni future piangeranno la follia di una politica che, invece di pensare ai problemi degli italiani, si è battuta per i seggi “, ha scritto su Facebook il ministro degli Esteri. E ancora una volta ha aggiunto:”Il momento peggiore è stato scelto per aprire una crisi di governo che blocca il paese. Il bollettino covid ci ricorda ogni giorno che ci sono ancora troppe vittime. La situazione è tutt’altro che rassicurante, soprattutto perché i colossi farmaceutici stanno mettendo a repentaglio la nostra campagna di vaccinazioni “.Sarò un duro, ma siamo in guerra con un nemico invisibile che sta uccidendo ogni giorno persone e mettendo in ginocchio il settore produttivo del Paese “, ha concluso Di Maio. Comunque, sbrigati. Anche con Renzi, a questo punto”.

READ  Favola Tonali firma con il Milan e si emoziona: "Un sogno". E in Europa League ci sarà

D’Italia Viva invece c’è un rovescio parziale su Mes, unico punto su cui i renziani potrebbero rinunciare. “Siamo pronti a capire le ragioni di tutto e altri stanno facendo lo stesso. Per noi il Mes è necessario per poter rilanciare il sistema sanitario. Ma se ci dicono che troviamo altre fonti per trovare le risorse, ci confronteremo con noi stessi, non sottoponiamo nessuno a condizioni insopportabili, non avremo mai un atteggiamento preventivo su una questione che può incidere su tutto il resto “, ha spiegato. Ettore Rosato a SkyTg24. Insomma, le feste sembrano avvicinarsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *