Quali sono i (primi) sintomi dei reumatismi e quando vedere un reumatologo?

Quali sono i (primi) sintomi dei reumatismi e quando vedere un reumatologo?









In questo articolo

Quali sono i (primi) sintomi dei reumatismi e quando vedere un reumatologo?




deporre





Reumatismo è un nome collettivo per molti disturbi del sistema muscolo-scheletrico e del tessuto connettivo che spesso causano dolore, rigidità e affaticamento. Attualmente non esiste una cura per la malattia, ma trattarla in una fase precoce può limitare i danni. È quindi importante tenere d’occhio i primi segnali e cercare aiuto in modo tempestivo.





Leggi anche: Cos’è esattamente il reumatismo e quali tipi ci sono?


Quali sono i primi sintomi?





Getty_reuma_wrist_laptop_werk_2023.jpg

© Getty Images

All’inizio della malattia, potresti manifestare una serie di sintomi diretti e indiretti. Per essere diagnosticati con reumatismi, i sintomi devono persistere per più di sei mesi. I primi sintomi immediati sono:

  • Una sensazione generale di dolore o rigidità delle articolazioni.
  • Le tue articolazioni sono spesso gonfie o arrossate, anche quando non stai facendo un’attività fisica intensa.
  • Senti una sensazione generale di rigidità in tutto il corpo quando ti svegli al mattino. Questa sensazione spesso dura mezz’ora o più.
  • I sintomi possono essere avvertiti in almeno quattro articolazioni, comprese quelle delle mani e delle dita.
  • I sintomi sono simmetrici: si verificano su entrambi i lati sinistro e destro del corpo.

Ci sono anche una serie di sintomi indiretti che non sono sempre correlati ai reumatismi:

  • Ti senti cronicamente stanco.
  • Hai la febbre bassa.
  • Perdi peso senza una ragione apparente.
  • Provi un cambiamento nell’appetito.
  • Soffri di sentimenti depressivi.
  • Ti ammali regolarmente o provi un malessere generale che influisce negativamente sulla tua vita quotidiana.
READ  Dipendente di Ledraplastic vittima della malattia a 53 anni: lascia il marito e una figlia

Leggi anche: Niente più dolori quando fa freddo e piove: il clima influisce sui reumatismi?









Quando consultare un reumatologo?





Se soffri di alcuni dei sintomi sopra menzionati per quattro settimane, è meglio contattare il medico. Valuterà se è necessario un rinvio a un reumatologo.
Una volta che il reumatologo ha fatto una diagnosi, puoi iniziare immediatamente il trattamento personalizzato. Questi possono essere farmaci che riducono l’infiammazione e/o il dolore, come analgesici, antinfiammatori, corticosteroidi, farmaci classici per i reumatismi (DMARD), bifosfonati, …

Se un’articolazione è troppo danneggiata, a volte decidiamo di operarci. L’articolazione viene quindi pulita e fissata o sostituita con un’articolazione artificiale. È anche importante adattare la tua vita il più possibile alla tua malattia. Ciò significa che ti alleni abbastanza e mangi sano.

Se necessario, il reumatologo chiamerà anche altri operatori sanitari, come un fisioterapista, un’infermiera per i reumatismi, un neurologo, un podologo, un terapista occupazionale, un’équipe del dolore, …

Leggi anche: Lavorare con i reumatismi, è possibile?









Fonti:
























Ultimo aggiornamento: maggio 2023


















Articoli sulla salute nella tua casella di posta? Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi un e-book gratuito con ricette sane per la colazione.













READ  Ridurre l'ippocampo: come è possibile?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *