Quali sono le pochissime lire che valgono anche 13.000 euro? Ecco quelli che potresti avere


Ci sono una decina di monete che oggi sono considerate rarissime e per questo valgono diversi euro. Monete che possono ancora essere trovate a casa tua senza sapere di avere un vero tesoro. In cima alla lista ci sono le 500 lire del 1957. Se in conio brillante, questa moneta vale circa 13.000 euro. È facilmente riconoscibile perché presenta sul rovescio il disegno delle tre caravelle in navigazione.

Un’altra moneta considerata oggi estremamente rara è la moneta da 10 lire del 1947. Se in conio brillante, questa moneta vale circa 5.000 euro. All’epoca ne erano state messe in circolazione solo 12.000 copie. Tra questi, alcuni valgono addirittura 6.000 euro. Questi sono quelli in cui gli zoccoli e la data sono più piccoli del normale. Questo pezzo è facilmente riconoscibile in quanto ha l’olivo da un lato e il Pegaso dall’altro.

La terza moneta molto rara a cui prestare attenzione è quella da 1 lire del 1946. In questo caso, se si tratta di una moneta non circolata lucida, può valere intorno ai 2000 euro. Tuttavia, è necessario trovare la moneta con la parola “prova” perché ne sono state coniate solo 80. È facile da riconoscere perché è intesa e conosciuta come lira arancione.

La quarta moneta estremamente rara che oggi ha un valore equo è la moneta da 2 lire del 1946. In questo caso il suo valore si aggira intorno ai 1.500 euro se è in brillante fior di conio. Scende a 1000 euro se la valuta è una SDS. Anche in questi casi la moneta deve recare la scritta “Proof” perché anche di queste nel 1946 ne furono coniate solo 80.

La rarissima lire che vale anche 13.000 euro

La quinta moneta oggi considerata molto rara è un’altra moneta da 2 lire coniata nel 1953. Si tratta delle 2 lire Olivo. Anche in questo caso, nella stanza dovresti trovare la scritta “Proof. Se nel conio dei fiori il suo valore si aggira intorno ai 1500 euro, che in questo caso scende a soli 500 euro se la moneta è una SDS.

READ  Pagamenti elettronici, ecco il piano cashless del governo: dal 10% di rimborso al super cashback di 3mila euro per i primi 100.000

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *