Questi due marchi automobilistici hanno i clienti più fedeli secondo uno studio tedesco |  auto

Questi due marchi automobilistici hanno i clienti più fedeli secondo uno studio tedesco | auto

I clienti al dettaglio che già possedevano una Tesla e hanno acquistato una nuova auto opteranno spesso per un’auto elettrica del marchio americano anche nel 2022. Anche i proprietari di Dacia sono molto fedeli al loro marchio, secondo uno studio tedesco.

Chiunque abbia già acquistato una Tesla in precedenza, molto probabilmente acquisterà un’altra Tesla come prossima auto. Ben l’86,6% dei proprietari privati ​​di Tesla che hanno scambiato la loro vecchia auto con una nuova in Germania lo scorso anno sono rimasti fedeli al marchio. Lo si evince da uno studio di mercato realizzato dalla società tedesca di analisi di mercato Dataforce, commissionata dal Settimana dell’auto. Sono stati presi in considerazione solo acquirenti privati.

“I clienti Toyota sono fedeli perché sono vecchi”

Segue Dacia al secondo posto con una percentuale di fedeltà del 73,6%. “Questo non è sorprendente ed è strettamente legato al posizionamento di Dacia come marchio molto economico”, spiega Laura Odinius di Dataforce. “La maggior parte dei clienti Dacia proveniva da auto usate molto vecchie e ora gode della comodità di un’auto nuova al prezzo di un buon usato. Una volta che ti ci abitui, non torni così velocemente a un modello di seconda mano.

Il terzo posto va alla Toyota con un grande vantaggio. I giapponesi registrano una percentuale di fedeltà del 59,2% per il 2022. Secondo Odinius, ciò è dovuto principalmente ai clienti più anziani: dall’età di 75 anni, il 75% dei clienti è fedele al marchio che guida, secondo lo studio.

READ  Ecco il nuovo responsabile antiriciclaggio di Rabobank (con CV sciatto)

I marchi tedeschi stanno andando relativamente male

Il primo marchio tedesco è Mercedes al quinto posto, con un tasso di fedeltà del 53,9%. Mini (49,9%) e VW (49,4%) seguono a grande distanza al decimo e undicesimo posto. La ragione di questa performance relativamente “scarsa” dei marchi tedeschi è il loro volume elevato. “In generale, è più facile raggiungere un alto livello di fidelizzazione con i nuovi marchi perché un numero minore di clienti deve essere riconvinto da un marchio”, afferma Odinius.

Nel 2022, ad esempio, circa 92.000 VW immatricolati privatamente sono stati immediatamente sostituiti con un’auto nuova. VW è riuscita ancora una volta a convincere i clienti del marchio nel 49,4% dei casi, ovvero circa 46.000 vetture. In media, la fedeltà alla marca in Germania è diminuita in modo significativo negli ultimi anni. Nel 2010 era ancora una media del 54%, nel 2022 solo il 46% di tutti i clienti è rimasto fedele. “È a causa dell’auto elettrica”, dice Odinius. “Ciò consentirebbe ai marchi di acquisire rapidamente nuovi clienti, poiché i clienti spesso non possono ottenere un modello elettrico dai loro marchi precedenti”.

Guarda i nostri video su auto e mobilità qui sotto:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *