Rimborsi extra gratuiti sul tuo mutuo?  ‘Ora è il momento’ |  ADESSO

Rimborsi extra gratuiti sul tuo mutuo? ‘Ora è il momento’ | ADESSO

L’aumento dei tassi di interesse sui mutui sta attualmente vivendo un fenomeno particolare per alcuni proprietari di case. Se hai avuto un mutuo a basso interesse negli ultimi anni, è probabile che il tuo prestatore ora si offra di effettuare pagamenti aggiuntivi gratuitamente. Cosa succede con quello?

Normalmente, paghi un importo fisso per il tuo mutuo ogni mese. Tale importo è composto da capitale e interessi. Puoi anche effettuare rimborsi aggiuntivi, ma spesso fino a un importo massimo all’anno. “Molti istituti di credito consentono di effettuare rimborsi aggiuntivi fino al 10% ogni anno senza penali”, afferma Oscar Noorlag, esperto di mutui presso Van Bruggen Adviesgroep.

“Con alcuni istituti di credito è più ampio, anche del 20%. Se vuoi restituire di più, puoi, ma paghi una multa”. Le banche vogliono assumere una certa somma di profitto e proteggerla con una cosiddetta clausola penale.

A causa dell’aumento dei tassi di interesse ipotecari, il tasso di interesse fisso potrebbe essere inferiore al tasso di interesse attuale. In questo caso, puoi attualmente effettuare rimborsi aggiuntivi illimitati. Quindi senza penalità.

La banca vuole usare i soldi per un nuovo mutuo

“In realtà ha perfettamente senso”, afferma l’esperta di mutui Marga Lankreijer-Kos di Independer. “Se il tasso di interesse attuale è più alto, la banca preferirebbe prestare i tuoi soldi a qualcun altro a un tasso di interesse più alto”.

Lankreijer-Kos: “Supponiamo che tu abbia acceso un mutuo a un tasso di interesse dell’1,5% e questo tasso di interesse sia fisso per altri nove anni, il tuo prestatore lo confronterà con il tasso di interesse attuale dello stesso periodo di interesse fisso. Questo è il cosiddetto interesse di confronto. Più alto, puoi effettuare rimborsi aggiuntivi senza penali.

READ  Il Consiglio dei Ministri vuole affinare il suo approccio al riciclaggio di denaro

Il fenomeno non è nuovo, ma la situazione negli ultimi anni era diversa da quella di oggi, spiega Noorlag. “Non sorprende affatto che le persone non ne abbiano mai sentito parlare prima, perché i tassi di interesse sono generalmente scesi solo negli ultimi anni. Ora gli interessi stanno aumentando e le persone vedono che possono improvvisamente effettuare rimborsi aggiuntivi senza penali”.

“In caso di regalo o eredità, un ulteriore rimborso può essere interessante”

Nel 2016 è entrata in vigore la Direttiva sul credito ipotecario. Si tratta di direttive europee sui mutui che comprendono anche questo fenomeno. Le banche devono rispettarlo e l’Autorità olandese per i mercati finanziari (AFM) lo controlla. “I fornitori di fondi possono imporre una multa solo se essi stessi subiscono rimborsi extra da parte tua. Non è più così”, afferma Noorlag.

In molti casi, ovviamente, si tratta di grandi quantità. Se puoi rimborsare un ulteriore 10% senza penalità su un mutuo di $ 200.000, sono $ 20.000 all’anno. “Si tratta ovviamente di somme enormi”, afferma Lankreijer-Kos. “Ma se vuoi pagare una grossa somma, ora è il momento. Pensa ad esempio a quando ricevi un regalo o un’eredità, allora un grande pagamento aggiuntivo sul tuo mutuo può ora essere attraente. O se sei solo su la frontiera dell’imposta sulle plusvalenze”.

Se anche un rimborso aggiuntivo abbia senso è ovviamente un’altra storia. Lankreijer-Kos: “Il miglior mutuo ovviamente non è più un mutuo. Ma ognuno ha il proprio motivo per effettuare rimborsi aggiuntivi. I risparmi non sono ancora allettanti al momento, ma ovviamente puoi anche considerare ‘investi o metti denaro nella tua casa rendere sostenibile† Quest’ultimo è attualmente molto popolare. Considera una pompa di calore e un isolamento aggiuntivo. Questo può farti guadagnare più di rimborsi aggiuntivi.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *