Sciopero personale della compagnia aerea italiana, cancellati centinaia di voli |  All’estero

Sciopero personale della compagnia aerea italiana, cancellati centinaia di voli | All’estero

Il personale delle compagnie aeree low cost in Italia lascerà il lavoro oggi. Oggi hanno scioperato anche i controllori del traffico aereo. Centinaia di voli sono stati cancellati.

Giornata nera per chi vuole volare in Italia, dalle 14 non ci sono quasi aerei nello spazio aereo italiano per quattro ore. Il personale delle compagnie aeree low cost, tra cui Ryanair e Easyjet, si mette al lavoro oggi, tra le due e le sei di questo pomeriggio nessun aereo Ryanair sorvola l’Italia. I motivi dello sciopero sono i lunghi orari di lavoro e i bassi salari. I sindacati ritengono che Ryanair ed Easyjet debbano adeguarsi al contratto collettivo dell’aviazione italiana.

Scioperano inoltre in sciopero anche i controllori del traffico aereo di tutta Italia, che lamentano principalmente carenza di personale strutturale e quindi eccessivo carico di lavoro. Ciò significa che anche altre compagnie aeree saranno interessate dallo sciopero. ITA, il successore di Alitalia, riferisce di aver dovuto cancellare 122 voli, ma assicura che i passeggeri siano prenotati sul primo volo disponibile. “Il 50% dei passeggeri arriverà a destinazione lo stesso giorno”, afferma la compagnia aerea.

Seicento voli cancellati

In totale, si stima che questo pomeriggio in Italia verrà cancellato un volo su quattro. Il ministro dei Trasporti italiano Garavaglia stima che circa 600 voli saranno cancellati e oltre 100.000 passeggeri saranno a terra.

Per ora il caos negli aeroporti italiani non è all’ordine del giorno, lo sciopero è stato annunciato con largo anticipo, quindi la maggior parte delle persone è rimasta a casa.

Lo sciopero in Italia accresce il caos nel già problematico spazio aereo europeo. Gli aeroporti del Nord Europa, in particolare Heathrow e Schiphol a Londra, stanno affrontando una grave carenza di personale quest’estate. Per questo i tempi di attesa per i controlli di sicurezza sono lunghi e migliaia di voli vengono cancellati a luglio e agosto. Finora gli aeroporti italiani sono riusciti a tenere a bada il caos.

READ  Dipendenti Fokker scontenti della chiusura degli stabilimenti: "E' una tragedia"

Guarda i nostri video di notizie più visti nella playlist qui sotto:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *