‘Scream’ è tornato, spettrale, divertente e provocante – Ultima Ora

(ANSA) – ROMA, 13 GEN – Se sei un fan di una saga sai sempre troppo e quindi niente ti rende mai davvero felice e ‘sequel’, ‘prequel’ e ‘reboot’ non bastano certo. È quello che succede con il quinto episodio di SCREAM – il primo senza Wes Craven a cui è dedicato l’horror – in cui un po’ di tutto si confonde, portando dentro personaggi vecchi e nuovi e coinvolgendo, in un certo senso, originale, addirittura gli stessi Scream addicted che a un certo punto analizzano il genere e non mancano mai di prendersi gioco di se stessi. Questo ennesimo episodio, uscito il 13 gennaio nelle sale in 325 copie distribuite da Eagle Pictures, ci porta a venticinque anni dalla prima serie di efferati e crudeli omicidi che aveva scosso la pacifica cittadina di Woodsboro e a dieci anni dal quarto film della franchising. . Chiaramente questa volta il killer è nuovo di zecca, ma sempre con la maschera istituzionale Ghostface ispirata all’Urlo di Munch, un serial killer mascherato che punta il suo enorme coltello da macellaio contro il solito gruppo di adolescenti, un po’ stronzi, alle prese con i loro mille impulsi di giovinezza . E nel segno del vecchio come del nuovo, troviamo nel cast: Neve Campbell (nei panni di Sidney Prescott), Courteney Cox (nei panni di Gale Weathers) e David Arquette (Dewey Riley) che tornano ad interpretare la loro storia ruoli con Melissa Barrera, Kyle Gallner, Mason Gooding, Mikey Madison, Dylan Minnette, Jenna Ortega, Jack Quaid, Marley Shelton, Jasmin Savoy Brown e Sonia Ammar.

Diretto da Matt Bettinelli-Olpin & Tyler Gillett e basato sui personaggi creati da Kevin Williamson, il film inizia con un breve e minaccioso invito dello stesso Ghostface che, dopo aver ricordato che il serial killer potrebbe essere chiunque, li invita a non rivelarlo, sotto pena di accoltellamento. E con questo in mente sembra che, durante la realizzazione di SCREAM, la stessa produzione non sapesse chi fosse veramente l’assassino: più versioni della sceneggiatura sono state utilizzate appositamente per evitare spoiler involontari da parte degli esperti. (PER MANIPOLARE).

READ  "Hanno lavorato e rischiato", quelli che "si nascondono" dietro di lui - Libero Quotidiano

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA