Serata abusiva negli alloggi universitari: un veneziano multato

Insieme ad altri sette amici studenti, è stato sorpreso dai Carabinieri mentre festeggiava nel cuore della notte, a prescindere dalle norme anti-Covid. Il colpo gli costerà 400 euro

VENEZIA. Chiodo festa a casa organizzata da otto studenti, veneziano compreso, è stato interrotto dai fucilieri nella notte tra il 10 e l’11 febbraio in via Petroni, quartiere universitario di Bologna.

I soldati sono intervenuti intorno alle 3 del mattino dopo che rumori, musica e urla provenivano da un appartamento, disturbando i residenti. La pattuglia si è confrontata con una festa alla quale hanno partecipato otto studenti universitari (di Bologna, Piacenza, Venezia e Avellino), dai 22 ai 25 anni.

Per tutti è stata presa la sanzione di 400 euro per inosservanza delle norme sanitarie anti-Covid-19.

Durante i servizi effettuati il ​​10 febbraio dai fucilieri bolognesi per la verifica del rispetto di queste norme, sono state individuate 720 persone in totale e verificati 536 veicoli e 127 esercizi pubblici. Una dozzina di persone in tutto sanzionate per aver violato l’obbligo di indossare la maschera, il divieto di viaggiare tra le 22:00 e le 5:00 o l’allontanamento sociale, come nel caso del partito.

READ  Nuova variante del coronavirus scoperta in Giappone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *