Serve una laurea per fare politica?  |  colonna

Serve una laurea per fare politica? | colonna

Jolein de Rooij è psicologa e giornalista.© Nikos Tsiokas

Jolein de Rooij

GGD Amsterdam è alla ricerca di un nuovo dipendente per una posizione di responsabilità. Fin qui niente di pazzesco. La particolarità: non è necessario avere un diploma in tasca. Tuttavia, questa è una posizione dirigenziale, in cui riporti direttamente al consiglio, con un buon stipendio da abbinare. Cosa sta succedendo qui?

Il GGD è alla ricerca di un responsabile del programma di competenze sanitarie. Questo programma dovrebbe rendere più facile per i cittadini condurre una vita sana, compresi gli Amsterdammer in situazioni vulnerabili. Ci sono tutti i tipi di malintesi su queste persone, come il fatto che a volte mangiano cibi malsani perché non sanno fare di meglio. Ecco perché i bambini dei quartieri poveri a volte ricevono informazioni ben intenzionate a scuola sulla salute dei broccoli per il tuo accumulo di vitamine e che le pastinache sono molto più gustose di quanto potresti pensare.

Solo alcuni di questi bambini hanno fame perché non hanno fatto colazione. Devono sentirsi piuttosto male in questa classe. Questo esempio è tratto dal libro Insulting Broccoli di Tim’s Jongers. Lui stesso è cresciuto in povertà in un sobborgo di Anversa. A 32 anni si è laureato come politologo. Successivamente è diventato consigliere del Consiglio per la salute e la società. Lì doveva dare consigli sulle differenze di salute. Un tema importante, perché i poveri vivono in media meno a lungo, in meno buona salute.

Poiché ‘S Jongers voleva ampliare la prospettiva dei decisori, ha suggerito di mostrare prima chi è. Il risultato è “Volti di un’esistenza incerta”. Questa raccolta di racconti ha fatto una forte impressione sui responsabili politici.

READ  Il principe Harry affronta REVOLT mentre il personale dell'organizzazione benefica per la salute mentale della California minaccia di "dimettersi"

‘S Jongers ha anche suggerito di organizzare un brainstorming per i senzatetto in un rifugio notturno. Molti dei suoi colleghi sono rimasti scioccati da ciò che hanno sentito lì. Questo ha scioccato di nuovo ‘S Jongers, perché perché le persone fanno politiche per problemi che non hanno mai incontrato? E perché gli è stato permesso di partecipare alla discussione solo dopo aver terminato gli studi universitari?

In una colonna di Volkskrant questa primavera, ha introdotto una nuova parola: scatter burger. È uno che è cresciuto in circostanze difficili, ma ora ha un buon lavoro. Ciò rende i cittadini dispersi – ora indicati come movimento – super idonei a contribuire a plasmare la politica sociale. Dopotutto, sono in grado di immaginare meglio se le persone a cui è destinata la polizza ne trarranno effettivamente vantaggio. ‘S Jongers ha anche sostenuto di stabilire diversi requisiti di posto vacante per una carica politica.

Dopotutto, la conoscenza esperienziale vale più della conoscenza teorica. Questo messaggio sta prendendo piede, ad esempio al GGD. Così, l’attuale responsabile del programma scrive su LinkedIn: “Se lavori già presso il comune di Amsterdam, nel distretto di Zuidoost, a Noord Stadsdeel, Nieuw-West, Amsterdam Vitaal & Gezond, o, ad esempio, sei un cittadino sparso come Tim’s Jongers, quindi vogliamo che tu parli fino in fondo! Il background accademico non è un requisito: cerchiamo persone con esperienza professionale, esperienza di vita, empatia, che si impegnino e che abbiano un grande potere esecutivo, anche se è un po’ meno facile!

Puoi rispondere fino a giovedì 22 dicembre. Direi di provarci. Un’organizzazione che Posto vacante suona come un grande datore di lavoro.

READ  6 modi scientificamente provati per liberarti dallo stress

Jolein de Rooij è psicologa e giornalista. Si concentra principalmente sul tema delle “emozioni al lavoro”. Ne scrive una rubrica settimanale per noi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *