SIDN avviserà il titolare del nome di dominio se il dominio .nl cancellato riceve ancora posta – IT Pro – News

SIDN, in collaborazione con l’Associazione olandese dei registrars, eseguirà il test per un anno avvertendo i titolari di nomi di dominio se i loro domini cancellati ricevono ancora posta. Con questo, la fondazione vuole prevenire la fuga di dati. Il processo dura un anno.

L’anno scorso, SIDN ha lavorato su piccola scala con due registrar Sistema Lemmings testato† Questo sta per LetEd doMain Mail WarNing System. Secondo la fondazione, sia i registrar che i detentori di nomi di dominio erano soddisfatti del progetto pilota, ma ci sono ancora troppo pochi dati per concludere sull’efficacia del sistema. quindi, il test esteso a tutta l’area .nl

A tal fine SIDN opera in collaborazione con l’Associazione dei Registrars. I registrar partecipano automaticamente, anche se esiste un’opzione di opt-out. I registrar hanno la possibilità di ricevere e trasmettere i rapporti Lemmings stessi, o di farlo fare a SIDN per loro. In quest’ultimo caso, il registrar riceve una panoramica settimanale degli avvisi inviati. Il nuovo processo dovrebbe iniziare a marzo e durare un anno.

Se i registranti cancellano un dominio .nl, il dominio sarà nuovamente disponibile per la registrazione dopo un periodo di quarantena di quaranta giorni. Se le persone continuano a inviare e-mail agli indirizzi e-mail associati al dominio, tali e-mail potrebbero finire nelle mani di chi ha registrato nuovamente il dominio. Negli ultimi anni, questo ha portato a diversi fughe di dati per cui dati personali sensibili finito in strada.

Il sistema Lemmings notifica gli ex titolari di nomi di dominio se viene rilevato che le e-mail “possibilmente legittime” vengono ancora inviate al nome di dominio cancellato. SIDN esegue questa operazione se nel traffico DNS viene ancora rilevato un certo livello di richieste di posta sotto forma di record MX. Le informazioni sull’e-mail stessa, come contenuto, destinatario o mittente, non vengono elaborate dal sistema.

READ  Decine di migliaia di richieste di risarcimento danni a causa di voli in ritardo o cancellati | ADESSO

L’intento è che i registranti rimuovano il dominio dalla quarantena se stanno ancora ricevendo posta e se può contenere informazioni riservate. Durante due progetti pilota lo scorso anno, SIDN ha analizzato 8.194 e 17.437 nomi di dominio. Sono state inviate in totale 1408 segnalazioni. O in circa il 5% dei casi. Poco meno del 4 per cento è caduto in a categoria ad alto rischio

L’invio di 1408 alert ha portato alla rimozione di 5 domini dalla quarantena, ovvero lo 0,4% dei domini. SIDN confronta questo con lo 0,2% di tutti i nomi di dominio che sono stati rimossi dalla quarantena durante lo stesso periodo e afferma che Lemmings potrebbe quindi avere un effetto, ma l’impatto è difficile da misurare, secondo la fondazione, a causa dei numeri ridotti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *