Skuola.net e formazione a distanza: da lunedì saranno disponibili i fondi, le regole per avere il pc e il bonus internet

Il 19 ottobre inizieranno ad essere erogati i 204 milioni di euro previsti dal Mise per le famiglie meno abbienti che ancora non hanno un collegamento veloce in casa. Per accedere agli sconti – fino a un massimo di 500 euro – sarà obbligatorio sottoscrivere un abbonamento di almeno un anno con una compagnia telefonica.

Il bonus per PC e Internet è finalmente una realtà. Dal 19 ottobre, infatti, saranno operativi i 204 milioni di euro messi a disposizione dal governo per consentire alle famiglie di aggiornare le proprie dotazioni tecnologiche. Un provvedimento studiato appositamente per chi ha figli a scuola e che, anche quest’anno, potrebbe dover fare i conti con la formazione a distanza; ma anche per chi dovrà continuare a lavorare con intelligenza nei mesi a venire. Ora, quindi, inizia la cosiddetta “fase 1”. Per riassumere i dettagli è il sito Skuola.net.

Quanto costa l’incentivo e cosa posso acquistare con il bonus tecnologico? Alle famiglie che ne faranno richiesta, il Ministero dello Sviluppo Economico verserà fino a 500 euro per l’attivazione di un abbonamento Internet veloce (altissima velocità da 30 Mbit / s per il download e oltre) della durata di almeno 12 mesi per i quali eventualmente collegare un nuovo PC o un nuovo tablet. Fondi che, per ora, saranno riservati a chi non ha una connessione Internet (o, se ce l’ha, sono inferiori a 30 Mbit / s).

Inoltre, essendo destinato a chi ne ha più bisogno, per usufruirne sarà necessario avere un ISEE inferiore a 20mila euro. Se riesci a reintegrare i beneficiari – il fattore tempo è fondamentale in quanto i fondi sono esauriti, chi arriva per primo sarà favorito – il bonus può essere così suddiviso: fino a 200 euro per la connettività e fino a 300 euro per comprare un computer o un tablet. Ma l’acquisto del solo dispositivo non sarà concesso.

READ  questo piccolo coraggio

Si noti, tuttavia, che non è possibile effettuare abbonamenti e richieste di PC / tablet nei normali negozi di elettronica. Dovrai contattare – nei negozi fisici o attraverso i canali online – direttamente gli operatori telefonici (scelta che ha scatenato contestazioni da parte di operatori specializzati in elettronica): loro forniranno anche i dispositivi e si occuperanno comunque delle procedure per il bonus. L’accesso dell’utente all’incentivo, infatti, non avverrà sotto forma di voucher ma di sconto sull’abbonamento ai pacchetti offerti dagli operatori.

Per usufruire del bonus le famiglie dovranno solo rilasciare copia del proprio documento di identità e codice fiscale, l’autocertificazione Isee, attestante che tutti i familiari non hanno già usufruito dell’incentivo. e che non hanno già una connessione veloce. Una volta richiesta l’attivazione del bonus, come detto, il venditore – dal 19 ottobre, tramite la piattaforma web Infratel – trasmetterà i dati del beneficiario per ottenere gli importi anticipati del MISE. Nel frattempo, gli stessi operatori possono registrarsi al portale ed essere autorizzati ad applicare sconti sui loro pacchetti. www.Skuola.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *