Solo ora sappiamo quanto successo ha avuto la palla spaziale DART: asteroide non solo fuori orbita, ma anche 1 milione di chilogrammi più leggero

Solo ora sappiamo quanto successo ha avuto la palla spaziale DART: asteroide non solo fuori orbita, ma anche 1 milione di chilogrammi più leggero

E se la Terra fosse minacciata da un asteroide? Bene: a quanto pare possiamo mandarlo fuori orbita con una palla spaziale. Questo era l’obiettivo della missione DART, o Double Asteroid Redirection Test, alla fine dell’anno scorso. Sapevamo già che l’esperimento era stato un successo, ma solo ora sappiamo “come” riuscirci.

Arthur De Mayer

Quando la NASA ha annunciato l’esperimento, ricordava in qualche modo il progetto di Armageddon. In questo film di Hollywood, Bruce Willis e Ben Affleck devono far esplodere un asteroide in rotta verso la Terra con una bomba atomica. Per essere chiari, questa sonda della NASA non aveva una bomba a bordo, né la Terra era in pericolo (e non lo è ancora). Era un test, nel caso in cui un asteroide minacciasse davvero la nostra terra. Ecco perché la NASA ha voluto testare se fosse possibile alterare la traiettoria di un asteroide, per ogni evenienza…

Un rendering 3D di come sarebbe l’impatto.© tramite Reuters

Nell’ottobre dello scorso anno, era giunto il momento ed è diventato subito chiaro che la missione DART, o Double Asteroid Redirection Test in pieno, era stata un successo. La sfera spaziale aveva colpito l’asteroide e la sua traiettoria era cambiata. Ma solo ora gli scienziati hanno pubblicato i risultati dettagliati sulla rivista Nature. Queste analisi mostrano che si è rivelato più efficace del previsto.

Di per sé, questa è già una punizione: la sonda DART, delle dimensioni di una Smart, ha alleggerito l’asteroide di circa 1 milione di chilogrammi. Relativo in sé, sapendo che l’asteroide – delle dimensioni delle piramidi di Giza – ha una massa di 4,3 miliardi di chilogrammi, ma l’impatto sull’orbita dell’asteroide è stato significativo. Quindi, se la Terra fosse sulla traiettoria di una simile spazzatura spaziale, potremmo piegare abbastanza il percorso dell’asteroide senza lasciare Bruce Willis indietro per far esplodere una testata nucleare.

READ  Dimmi cosa hai visto prima e ti dirò la tua missione di vita

“Ciò significa che possiamo schierare rapidamente una missione per deviare un asteroide se c’è una minaccia, e ora sappiamo che ha un’altissima probabilità di successo”, ha detto Franck Marchis a Nature al SETI Institute in California. . “Mi hai chiesto 30 anni fa, ‘Possiamo essere sicuri che entro la prossima settimana non saremo spazzati via da giganteschi uccisoreasteroide?’ Allora avrei detto ‘no’”, dice Tom Stalter, uno scienziato della NASA che ha co-sviluppato DART. “Ora sappiamo cosa dobbiamo e possiamo fare”.

L’ultima immagine trasmessa da DART alla Terra prima dello schianto.© tramite Reuters

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *