Spazio, c’è vita extraterrestre su altri pianeti? Non è così ovvio, secondo uno studio dell’Università di Oxford

Ricercatori dell’Università di Oxford, Inghilterra, ha recentemente pubblicato i risultati di uno studio che mette in dubbio l’esistenza concreta di vita extraterrestre. In particolare, ciò che emerge dai dati è l’attuale condizione di vita “eccezionalmente rara” sulla Terra. Soprattutto quando si tratta di esseri umani.

L’evoluzione della vita

Dal momento che la vita sul Terra, il processo evolutivo ha attraversato diverse fasi, che gli esperti hanno chiamato “transizioni evolutive”. In particolare, attraverso determinati processi, la vita si è stratificata ed è diventata progressivamente più complessa, dalle forme di vita più primordiali, agli esseri viventi come animali e umani. Ed è proprio sul numero delle diverse fasi necessarie, o transizioni, che i ricercatori hanno voluto soffermarsi: ed è qui che il cosiddetto paradosso del Fermi. Quest’ultimo collega la mancanza di prove dell’esistenza di civiltà extraterrestri con la probabilità stimata che queste esistano effettivamente.

Statistiche

I ricercatori hanno utilizzato una tecnica statistica chiamata “analisi bayesiana”, alla quale erano collegati altri eventi sul pianeta. La probabilità di questi è stata calcolata – ancora una volta -: si è scoperto che le tappe che la vita avrebbe dovuto compiere per arrivare allo stadio attuale erano molte e molto complesse. E il fatto che alcune transizioni si siano verificate solo una volta ogni miliardo di anni (come l’evoluzione della vita da procarioti a eucarioti, per esempio) suggerisce che le probabilità sono molto basse. In alcuni casi, questi erano veri miracoli che difficilmente potevano essere ripetuti frequentemente in tutto il resto del cosmo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

READ  Scienziati si avvicinano alla riproduzione della fusione termonucleare di stelle in laboratorio - Notizie Scientifiche.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *