Stati Uniti e polizia uccidono Black Boy a Minneapolis: nuove proteste | Il sindaco impone il coprifuoco

Ricostruzione della polizia L’uomo, secondo quanto ricostruito dagli agenti, è stato arrestato per violazione del codice della strada. Quando i poliziotti hanno cercato di arrestarlo, ha resistito ed è salito in macchina. A quel punto gli ufficiali hanno sparato. Wright, ferito, ha cercato di scappare ma si è schiantato contro un’altra macchina vicina ed è morto.

La drammatica telefonata alla mamma Il New York Times riporta la drammatica testimonianza della madre del giovane Daunte, al telefono con lui durante il controllo di polizia. “Mi ha chiamato intorno all’1: 40, ha detto che era stato arrestato dalla polizia”, ​​ha detto la donna ai giornalisti. “Ha detto che l’hanno arrestato perché aveva un deodorante per ambienti appeso allo specchietto retrovisore.”

Wright ha detto a sua madre che la polizia voleva chiarimenti sull’assicurazione auto. “Ho detto, quando il poliziotto torna alla tua finestra, mettilo al telefono e gli darò le informazioni sull’assicurazione. Poi ho sentito il poliziotto avvicinarsi alla finestra e dire, metti giù il telefono e scendi dall’auto, Daunte ha chiesto perché. Ha detto: te lo spiegheremo quando scendi dall’auto. La donna ha poi detto di aver sentito il suono di un telefono che cade o di essere stata colpita all’improvviso e un clic alla fine della chiamata mentre un poliziotto ha detto: ‘Daunte, non scappare. Metti il ​​cellulare “.

Proteste e scontri con la polizia al Brooklyn Center In serata, dopo una veglia organizzata da alcuni attivisti, una folla si è radunata al Brooklyn Center, dove sono scoppiati tafferugli e atti vandalici, con saccheggi di negozi e uffici e colpi di arma da fuoco all’ingresso principale della stazione di polizia. Il sindaco Mike Elliott ha imposto un coprifuoco: “Vogliamo che tutti siano al sicuro. Per essere sicuri che tu stia al sicuro e torni a casa”, ha twittato.

READ  Dpcm, Conte: i sindaci possono chiudere i posti. Insegnamento faccia a faccia - Politica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *