Stato di emergenza a causa della pioggia di cenere di un’eruzione vulcanica nella penisola russa: “La peggiore da decenni” |  NOTIZIE Instagram VTM

Stato di emergenza a causa della pioggia di cenere di un’eruzione vulcanica nella penisola russa: “La peggiore da decenni” | NOTIZIE Instagram VTM

Lo stato di emergenza è stato dichiarato vicino al vulcano Shiveluch nella penisola di Kamchatka, nell’Estremo Oriente russo, a causa della peggiore pioggia di cenere degli ultimi decenni. Lo ha riferito sabato il capo dell’autorità regionale Oleg Bondarenko.

GUARDARE. Il vulcano è esploso l’11 aprile, coprendo immediatamente i villaggi con uno spesso strato di cenere. Nel frattempo è già diventato uno strato di non meno di 20 centimetri

Tre villaggi, tra cui Klyuchi, sono stati i più colpiti e sono ricoperti da uno spesso strato di cenere vulcanica. Lo stato di emergenza consente agli enti locali, ad esempio, di limitare il traffico e chiudere attività commerciali, ma anche di ampliare le possibilità di assistenza.

Alto 20 chilometri, spesso 20 centimetri

Il vulcano è esploso l’11 aprile, sputando nell’aria una nuvola di cenere alta 20 chilometri. Uno strato di cenere spesso 20 centimetri ricopre ora automobili, case e strade, secondo i media locali. Secondo i vulcanologi, questa è la peggiore pioggia di cenere degli ultimi sessant’anni.

PAPÀ
© AP

Shiveluch è uno stratovulcano alto 3.300 metri, che è il vulcano più settentrionale e più attivo della Kamchatka, una penisola a 6.600 chilometri a est di Mosca. Ci sono circa 160 vulcani sulla penisola, ma solo una ventina sono attivi. I vulcani della Kamchatka sono inclusi nella lista del patrimonio mondiale dell’UNESCO.

PAPÀ
©AP

PAPÀ
©AP

AFP
©AFP

READ  14 marzo: Giornata greca e giornata della matematica
AFP
©AFP

AFP
©AFP

AFP
©AFP

PAPÀ
©AP

PAPÀ
©AP



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *