Svolta per Assange, gli Stati Uniti offrono un patteggiamento

Svolta per Assange, gli Stati Uniti offrono un patteggiamento

Julian Assange, il fondatore di WikiLeaks, potrebbe presto trovare una soluzione per porre fine alla sua vicenda giudiziaria accettando di patteggiare la colpevolezza per un reato minore. Secondo fonti vicine al caso, un accordo del genere eviterebbe ad Assange l’estradizione negli Stati Uniti e potrebbe condurlo verso la libertà.

Il dipartimento di Giustizia americano sta prendendo in considerazione questa possibilità dopo mesi di negoziati con gli avvocati dell’accusato. Nel 2010, Assange fece scalpore pubblicando migliaia di documenti classificati che creano imbarazzo per gli Stati Uniti e mettendoli in pericolo.

La decisione di non incriminare Assange era stata presa da Barack Obama per evitare un precedente per quanto riguarda la libertà di stampa. Tuttavia, nel 2019 Donald Trump decise di procedere con l’incriminazione, anche se si dice abbia offerto segretamente la grazia in cambio di determinate condizioni.

Il presidente Joe Biden pare desideroso di chiudere questa vicenda durante la sua campagna elettorale per evitare una possibile condanna che potrebbe trasformare Assange in un martire. Nel caso in cui il patteggiamento non dovesse andare in porto, Assange potrebbe essere trasferito in Australia per scontare la pena.

Il governo australiano, inoltre, potrebbe sostenere Assange e mitigare la sentenza, portando così alla sua liberazione immediata. Resta da vedere come evolverà questa complicata situazione legale che ha tenuto col fiato sospeso il mondo intero. Stay tuned for more updates on Hamelin Prog.

READ  Ucraina Russia, Biden insulta Putin durante evento elettorale - Sky Tg24 -> Ucraina Russia, Biden insulta Putin durante evento elettorale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *