tra le tante stranezze ci sono 10 cromosomi sessuali

Gli ornitorinchi sono davvero strani: dopo una serie di ricerche che hanno dimostrato che i file la pelliccia è biofluorescente, ora gli scienziati hanno finalmente mappato la prima mappa completa del genoma di un ornitorinco e ne hanno scoperte così tante altre caratteristiche decisamente bizzarre, perché “sudano il latte” in presenza di 10 cromosomi sessuali.

Lo studio pubblicato su Nature ha voluto indagare l’ornitorinco dal becco d’anatra perché, insieme all’echidna appuntita, appartiene a un gruppo di mammiferi chiamati “monotremi”, cioè in grado di deporre le uova ma anche di allattare i piccoli. Con le ultime analisi si è scoperto che i loro geni relativamente primitivi e immutati li rendono uccelli, rettili e mammiferi; in breve, sono un mix davvero strano di diversi tipi di animali.

Come spiega il biologo Guojie Zhang dell’Università di Copenhagen, “L’intero genoma ci ha fornito le risposte su come sono venute ad essere alcune delle caratteristiche bizzarre dell’ornitorinco. Allo stesso tempo, la decodifica del genoma dell’ornitorinco è importante per migliorare la nostra comprensione dell’evoluzione di altri mammiferi. “

Il genoma dell’ornitorinco maschio rintracciato ufficialmente nelle ultime settimane ha infatti suggerito che l’ultimo antenato comune di echidna e ornitorinchi risale a 57 milioni di anni fa, ma anche che i monotremi si sarebbero discostati da marsupiali e “placentali” (di cui noi umani siamo parte) circa 187 milioni di anni fa. Cosa li abbia fatti divergere non è noto, ma sarà sicuramente oggetto di ulteriori studi in futuro.

Venendo alle peculiarità dell’ornitorinco scoperte con questo studio, questo bizzarro animale è ora ufficialmente l’unico animale conosciuto con ben 10 cromosomi sessuali, 5 X e 5 Y, organizzato in un anello apparentemente spezzato durante l’evoluzione. Rispetto alle informazioni cromosomiche di altri animali come polli, lucertole, opossum, ma anche umani, questi dati stabiliscono che l’ornitorinco ha più cromosomi sessuali in comune con gli uccelli che con i mammiferi.

READ  Serata abusiva negli alloggi universitari: un veneziano multato

Questo è il motivo per cui gli ornitorinchi depongono le uova come i polli, ma allo stesso tempo nutrono i loro piccoli con il latte, sudano attraverso ghiandole speciali poiché il genoma lo supporta. Se poi gli ornitorinchi nascono come uccelli e rettili dalle uova, sembra che abbiano perso i geni che codificano le proteine ​​delle uova circa 130 milioni di anni fa. Secondo Zhang, “[questo ci informa che] la produzione di latte di tutte le specie di mammiferi esistenti è stata sviluppata attraverso lo stesso set di geni derivati ​​da un antenato comune vissuto oltre 170 milioni di anni fa, con i primi dinosauri giurassici.

Ma non finisce qui: la mappa del genoma ha rivelato la perdita di quattro geni associati allo sviluppo dei denti, avvenuto circa 120 milioni di anni fa. Oppure, gli speroni velenosi presenti sulle zampe posteriori possono essere spiegati da geni chiamati defensine, associati anche al sistema immunitario di altri mammiferi. Insomma, l’ornitorinco sembra davvero un bizzarro incrocio tra diversi tipi di animali, il che lo rende ancora più affascinante di prima.

Un’altra scoperta un po ‘bizzarra riguarda a popolazione di giraffe nane Parco nazionale delle cascate nel Murchison, Uganda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *