Un asteroide gigante si sta dirigendo verso il Sole e gli scienziati vogliono sapere cosa farà

Scavando tra i dati per il massiccio progetto di mappatura del nostro sistema (e oltre) chiamato Dark Energy Survey, abbiamo visto per la prima volta UN271 nel 2014 come un’enorme cometa che si avvicinava al Sole tramite Nettuno.

Tra le caratteristiche più impressionanti di questa stella c’è sicuramente la sua dimensione: una larghezza stimata di 200 chilometri!

Questa cometa è stata inclusa nella categoria degli “oggetti transnettuniani” o corpi che appartengono al nostro sistema solare ma la cui orbita è oltre quella di Nettuno. In effetti, un altro oggetto del genere è il caro vecchio Plutone che non pensiamo più come un pianeta del sistema, ma un pianeta nano sul bordo esterno.

Questo contenuto è importato da Twitter. Potresti essere in grado di trovare lo stesso contenuto in un altro formato o potresti essere in grado di trovare maggiori informazioni sul loro sito web.

2014 UN271 ha circa 600mila anni e potremmo vederlo proprio perché in questo momento è “molto vicino” a noi, a 3 miliardi di chilometri di distanza. Certo, in questa regione dello spazio la luce solare sta diminuendo, ma è l’unica illuminazione che dobbiamo osservare con precisione. Quindi, al momento, stiamo indagando se questa cometa è moderatamente piccola e molto riflettente o gigante e poco riflettente. L’altra domanda che si pone è sapere di cosa può essere composto, in un momento in cui tutte le ipotesi convergono su roccia e ghiaccio, oltre che su metano, azoto e anidride carbonica. .

Nel corso degli anni e con l’aumento delle missioni che monitoreranno oggetti provenienti dallo spazio profondo, conosceremo sempre di più questo astro e altri che interessano il nostro sistema o che lo attraversano facendoci sobbalzare.

READ  Coronavirus, 38 nuovi contagiati nella regione di Forlì. Un uomo di 75 anni muore

Questo contenuto viene creato e gestito da una terza parte e importato in questa pagina per aiutare gli utenti a fornire i propri indirizzi e-mail. Potresti essere in grado di trovare maggiori informazioni su questo e altri contenuti simili su piano.io

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *