Un giudice federale negli Stati Uniti pone fine all’obbligo di indossare la mascherina sui mezzi pubblici

Un giudice federale negli Stati Uniti pone fine all’obbligo di indossare la mascherina sui mezzi pubblici

Un giudice federale in Florida ha annullato il requisito della maschera che si applicava ai trasporti pubblici statunitensi. L’amministrazione del presidente Biden ha affermato che rispetterà la sentenza del giudice e non applicherà il requisito della maschera mentre si prepara una risposta.

Molte compagnie aeree affermano che i passeggeri ora hanno la libera scelta di indossare una maschera, mentre le compagnie di trasporto in diverse grandi città vogliono attenersi a questo obbligo. Il CDC, l’equivalente statunitense di RIVM, consiglia agli americani di continuare a indossare una maschera.

I singoli stati hanno tutti abbandonato i loro obblighi di maschera negli ultimi mesi. Ma il governo federale ha deciso che le mascherine rimarranno obbligatorie su treni, metropolitane, taxi, autobus e aerei. Il presidente Biden ha istituito il mandato nel gennaio 2021, poco dopo essere entrato in carica.

attacco di panico

Questo caso particolare è stato presentato nel luglio 2021 da un gruppo di difesa conservatore e da due residenti della Florida che hanno sostenuto che una maschera per il viso potrebbe scatenare ansia e attacchi di panico. Da tempo anche le compagnie aeree vogliono rimuovere l’obbligo della maschera. Da febbraio 2021 si sono verificati 7.000 casi di cattiva condotta dei passeggeri. Il 70% riguardava l’uso di una maschera facciale.

Le principali compagnie aeree United, Delta, Southwest e American Airlines hanno dichiarato dopo la sentenza del giudice che non era più necessaria una maschera a bordo. Lo stesso vale per la compagnia ferroviaria Amtrak. Tuttavia, i vettori locali di New York, New Jersey, Washington, Boston, Filadelfia e Chicago, tra gli altri, vogliono che i passeggeri continuino a indossare le mascherine.

READ  Le aziende energetiche trarranno vantaggio dai massimali di prezzo? 'I libri devono essere aperti' | ADESSO

La scorsa settimana, su richiesta del CDC, il dazio è stato prorogato fino al 3 maggio. Il numero di casi di corona in America è di nuovo in aumento ora che la sottovariante BA.2 di omikron è diventata la variante dominante negli Stati Uniti.

Misure sanitarie

Tuttavia, il giudice federale Kathryn Kimball Mizelle ha affermato che il CDC prende decisioni su cui non ha giurisdizione. La legge sulla salute pubblica consente al CDC di adottare misure per prevenire la diffusione di malattie infettive tra gli stati, comprese le misure “sanitarie”.

Secondo Mizelle si tratta della pulizia delle superfici e degli spazi, e non dell’obbligo di rispettare determinate regole igieniche, come lavarsi le mani e indossare la cuffia.

Mizelle è stata nominata dall’ex presidente Donald Trump alla fine del 2020, quando aveva 33 anni. A causa della sua mancanza di esperienza, l’American Bar Association, la più grande associazione professionale per avvocati negli Stati Uniti, si è opposta alla sua nomina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *