“Un olandese su sei subisce discriminazioni sul lavoro”

“Un olandese su sei subisce discriminazioni sul lavoro”

Si tratta principalmente di ricevere feedback negativi o di disparità di trattamento. Un altro 12% conosce qualcuno che ha subito discriminazioni o l’ha visto accadere ai colleghi.

Nessun rapporto

Spesso un incidente non viene segnalato o non viene intrapresa alcuna azione. Ciò è accaduto in quasi il 40% dei casi l’anno scorso, afferma il direttore commerciale Sharita Boon di DPG Recruitment, che include la National Vacature Bank.

“In quasi una situazione su tre in cui c’era discriminazione, è stato un collega che ha agito. Anche la gestione gioca un ruolo fondamentale in questo”, afferma. “Sono responsabili di un ambiente di lavoro in cui dare un feedback va bene e dove vengono prese le misure appropriate quando necessario.”

Non sicuro

Tra gli intervistati, il 17% ritiene che la discriminazione sul posto di lavoro diminuirà nei prossimi anni. “È preoccupante, soprattutto in un momento in cui sempre più tabù vengono infranti e la ‘cultura del silenzio’ sta crollando”, dice Boon.

La National Vacature Bank riferisce inoltre che un dipendente su cinque si sente insicuro sul posto di lavoro. Questa percentuale è più alta tra le donne e i dipendenti provenienti da un contesto immigrato.

READ  Borsa Italiana, commento della seduta odierna (25 settembre 2020)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *