Uno dei 12 camionisti dispersi salvati dall’incendio del traghetto per Corfù: “Dimmi che sono ancora vivo” | All’estero

Un passeggero scomparso è stato trovato vivo ed evacuato sul traghetto italiano in fiamme al largo dell’isola greca di Corfù. Lo ha detto domenica mattina all’agenzia di stampa Afp la guardia costiera.




Il 21enne, che afferma di essere bielorusso, è stato trovato illeso nella parte posteriore della nave, ha detto la fonte della guardia costiera. “Dimmi che sono ancora vivo!” ha gridato ai soccorritori, riferisce il Tema del prototipo del sito di notizie

L’uomo, a piedi nudi e con indosso pantaloncini grigi e una maglietta nera, è stato localizzato dai soccorritori, secondo le autorità greche. Sono salpati verso il traghetto domenica mattina e sono riusciti ad evacuare con una scala. Lui è uno di dodici camionisti dispersi, ha confermato all’agenzia di stampa un funzionario della guardia costiera. I soccorritori sperano che il passeggero salvato possa fornire informazioni sugli altri dispersi, che potrebbero essere rimasti intrappolati dall’incendio del traghetto da cui si sono alzate dense nuvole di fumo domenica mattina.

I servizi di emergenza non sono ancora in grado di perquisire la nave a causa dell’incendio. Elicotteri e varie navi stanno setacciando l’area, e sono stati dispiegati anche un estintore e diversi rimorchiatori. La compagnia di soccorso olandese Boskalis ha inviato dodici esperti in Grecia per aiutare.

Dodici persone scomparse

La guardia costiera greca in precedenza aveva affermato che i camionisti scomparsi provenivano da Bulgaria (7), Grecia (3) e il resto da Turchia e Lituania. Un certo numero di camionisti soccorsi ha detto ai media greci che alcuni conducenti preferivano dormire nei loro camion perché i dormitori a bordo erano sovraffollati.

READ  Racconto di governo, ultima trattativa Il presidente del Consiglio: "Di IV grave responsabilità"

Un incendio è scoppiato all’alba sull’Euroferry Olympia, lungo 183 metri, venerdì mattina, due ore dopo aver lasciato il porto di Igoumenitsa. C’erano ufficialmente 290 persone a bordo, inclusi 51 membri dell’equipaggio. Finora sono stati salvati 278 membri dell’equipaggio registrati e due clandestini afgani. Questi ultimi sollevano timori per altre persone scomparse, migranti che spesso si imbarcano illegalmente sui traghetti che collegano la Grecia all’Italia.

Dieci persone soccorse a bordo sono state trasportate in ospedale con problemi respiratori e lievi ferite. Il traghetto si trovava inizialmente a circa 30 miglia nautiche (circa 55 chilometri) al largo di Corfù, ma secondo l’emittente pubblica greca ERT, da allora i rimorchiatori sono riusciti ad avvicinare la nave alla costa, a una decina di chilometri a nord di Corfù.

Tre arresti

Il capitano della nave e due membri dell’equipaggio sono stati arrestati, secondo i media greci, ma rilasciati dopo essere stati interrogati. Le autorità stanno indagando. La nave potrebbe anche avere una perdita di carburante, ha detto la guardia costiera italiana. Si ritiene che il traghetto trasporti circa 800 metri cubi di carburante e altre 23 tonnellate di “merci pericolose corrosive”, ha riferito il ministero dell’Ambiente italiano.

La causa dell’incendio non è ancora nota. Presumibilmente è iniziato nello scafo del traghetto. Il proprietario Grimaldi Lines riferisce che l’equipaggio ha tentato senza successo di estinguere l’incendio. Secondo uno dei passeggeri soccorsi, ci sono volute quattro ore prima che venissero salvati.

Secondo il quotidiano greco Kathimerini, nel 2017 un sindacato greco ha messo in guardia il ministero del mare sulle cattive condizioni del traghetto. Ad esempio, l’aria condizionata nei dormitori non funzionava e c’erano pochi posti per dormire. Secondo il sindacato, anche la ventilazione del garage dell’Olympia è stata interrotta.

READ  Le donne di pallavolo perdono contro l'Italia ai Mondiali

L’ultimo controllo di sicurezza del traghetto di 27 anni è avvenuto il 16 febbraio, ha detto Grimaldi Lines. Il sindacato dei camionisti ha anche denunciato le condizioni di un’altra compagnia di traghetti, l’Egnazia.

Sfollati rumeni dall'Euroferry Olympia in un hotel sull'isola greca di Corfù sabato.
Sfollati rumeni dall’Euroferry Olympia in un hotel sull’isola greca di Corfù sabato. ©AFP

Passeggeri del traghetto in un hotel a Corfù.
Passeggeri del traghetto in un hotel a Corfù. ©AP

Costas Mathios e Vassilis Vergis, parenti dei camionisti scomparsi, nel porto di Corfù.
Costas Mathios e Vassilis Vergis, parenti dei camionisti scomparsi, nel porto di Corfù. ©REUTERS

L'incendio ha impedito ai soccorritori di salire a bordo del traghetto sabato.  Un elicottero, una fregata, una nave antincendio e sei rimorchiatori sono schierati nelle operazioni di estinzione e soccorso.
L’incendio ha impedito ai soccorritori di salire a bordo del traghetto sabato. Un elicottero, una fregata, una nave antincendio e sei rimorchiatori sono schierati nelle operazioni di estinzione e soccorso. ©AFP

PAPÀ
©AP

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *