Vaccino Covid, l’appello di Burioni in tv: “Non è tollerabile”

Il virologo Roberto Burioni, parlando del vaccino Covid, ha fatto appello ai suoi colleghi in tv







il virologo Roberto Burioni è è tornato a parlare del vaccino Covid a ‘Che Tempo Che Fa’. Ospite della trasmissione guidata da Fabio Fazio, l’esperto ha illustrato i risultati del vaccino, i suoi benefici e i rischi ad esso associati possibili ritardi nel programma di vaccinazione.

Burioni ha spiegato che la rapida produzione del vaccino Covid è “paragonabile allo sbarco dell’uomo sulla luna o la scoperta degli antibiotici, un giorno che ricorderemo nella storia ”.

Il virologo ha ripercorso le tappe fondamentali: “Il 10 gennaio è stato isolato e caratterizzato il virus che ha causato la pandemia. Undici mesi dopo, l’11 dicembre, su NEJM, la rivista più prestigiosa al mondo, l’articolo descriveva il vaccino sicuro ed efficace“.

L’esperto ha aggiunto sugli effetti del vaccino: “The la protezione arriva dopo 2-3 settimane, gli effetti potrebbero essere molto rapidi. Dell ‘efficienza conosciamo le cifre dettagliate, andrà bene Dal 90 al 98%. L ‘efficacia molto elevata negli anziani è di fondamentale importanza ”.

Sui rischi: “Non ci sono stati effetti collaterali gravi. Si sono verificati effetti non gravi e vengono trasmessi da soli. Non ci furono seri eventi sfavorevoli. Nello studio, 6 persone sono morte: 4 erano nel gruppo non vaccinato, 2 nel gruppo vaccinato e sono morte per motivi estranei al vaccino ”.

Burioni ha poi chiarito: “Non sappiamo se il vaccino può interrompere la trasmissione del virus, non sappiamo quanto durerà la protezione. Non sappiamo nemmeno se il vaccino sia efficace e sicuro per chi è stato escluso dal primo studio: bambini sotto i 16 anni, donne in gravidanza, soggetti immunocompromessi, allergie gravi ”.

READ  TEMPO METEREOLOGICO. POTENTE CICLONE extratropicale pronto a toccare l'Europa, venti tempestosi «3B Meteo

Il richiamo del virologo: “Non ho mai preso posizioni politiche, ma devo appello a tutti i miei colleghi: per unirti a me chiedono con forza che non ci sia assolutamente alcun ritardo nella vaccinazione. Ogni giorno di ritardo significherebbe centinaia di morti, migliaia di malati, un Paese in ginocchio in una crisi senza precedenti ”.

Lo splendore finale di Roberto Burioni: “Purtroppo nel nostro Paese i ritardi sono molto frequenti, questa volta il ritardo non è tollerabile. Quante persone dovrebbero essere vaccinate il prima possibile. Non è più una speranza, il vaccino c’è “.



VIRGILIO NEWS | 14-12-2020 08:48




Fonte foto: IPA

Burioni, come funziona il vaccino Pfizer. La lezione di Fazio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *