Velocità decisamente senza Matus Bero contro l’AS Roma |  Calcio

Velocità decisamente senza Matus Bero contro l’AS Roma | Calcio

Ieri sera Letsch ha lasciato aperta la possibilità che i due potessero uscire oggi, se le cose fossero andate meglio, ma quella speranza si è rivelata vana. Dopotutto, Bero e Hajek non sono abbastanza in forma per venire a Roma. Inoltre, Letsch non può fare affidamento sullo squalificato Dominik Oroz, il che significa che Riechedly Bazoer molto probabilmente tornerà in rosa. L’importante legame del Vitesse nelle ultime due stagioni ha dovuto mollare con l’avvicinarsi della trasferta contro il Rapid Wien e da allora non è più partito dalla base. Il difensore libero che lascerà il Vitesse dopo questa stagione si è ora completamente ripreso e sembra destinato a riprendere il suo posto in squadra.

Il Vitesse deve recuperare l’1-0 in casa della Roma dopo la sconfitta contro l’AS Roma ad Arnhem. La squadra di Letsch ha fatto il tutto esaurito nelle trasferte europee contro Anderlecht, Tottenham Hotspur, Stade Rennais e Rapid Wien e dovrà impegnarsi ancora per avere una possibilità. Letsch è fiducioso che la sua squadra possa fare di nuovo acrobazie. “Certo, ci crediamo. Siamo solo a metà. Se non avessimo avuto fede, non saremmo dovuti venire. Siamo gli sfavoriti assoluti, in molti modi. Tutto a favore dei rom. Le dimensioni del club, la storia e il risultato dell’andata. È anche solo una squadra con molta qualità. Ma essere lo sfavorito non significa non avere una possibilità”.

La partita tra Ajax e Benfica ha rafforzato la convinzione di Letsch che le sorprese possono sempre succedere nelle partite europee. “In questo sport, la squadra con più possesso palla e più occasioni non sempre vince. Lo abbiamo notato noi stessi la scorsa settimana durante la nostra partita casalinga.

READ  Frecciarossa Final Eight 2021 | I tabelloni finali

Sulla base della partita di Arnhem, l’allenatore del Vitesse sa cosa deve essere migliorato. Vitesse ha poi avuto diverse buone occasioni, in particolare prima dell’intervallo, ma le ha gestite con troppa negligenza, un difetto spesso penalizzato in una partita europea. “Non dobbiamo solo creare opportunità, ma anche portarle a termine. La Roma vuole vincere la Conference League, ma domenica ha anche l’importante derby contro la Lazio. Forse vogliono iniziare in modo fanatico e finire in fretta. Ma se iniziamo bene e ci mettiamo in gioco, può andare in entrambe le direzioni. Siamo un obiettivo dietro. Non è facile sbarazzarsene contro una squadra difensivamente forte come la Roma, ma non è impossibile. Se vinciamo con un gol, abbiamo i tempi supplementari. Poi può essere lavoro notturno con rigori, ma ci piace darlo per scontato. Non giochiamo fino alle cinque meno un quarto di domenica e per quanto ci riguarda domani la serata può essere lunga”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *