Accogliere gli ucraini a spese dei residenti anti-squat: ‘Asociale e può portare a tensioni’ |  Guerra ucraina

Accogliere gli ucraini a spese dei residenti anti-squat: ‘Asociale e può portare a tensioni’ | Guerra ucraina

videoLa frettolosa ricerca di ampi luoghi di accoglienza per decine di migliaia di profughi ucraini sta causando la perdita di un alloggio temporaneo da parte di altri gruppi di persone in cerca di accoglienza. “È antisociale e può portare a tensioni tra gruppi di persone”.


Cirillo Rosman


Ultimo aggiornamento:
22/03/11, 20:39

In tutti i Paesi Bassi, palestre, hotel ed edifici vuoti sono attualmente in fase di preparazione per ospitare migliaia di rifugiati ucraini. Le regioni di sicurezza hanno concordato con il gabinetto che dovrebbero esserci 50.000 posti. Tuttavia, questo significa anche che altri in cerca di alloggio perdono la loro sistemazione temporanea o devono trasferirsi all’interno del paese.


A Zuidhorn, il comune punta su un’ex scuola come rifugio. Agli otto residenti anti-squat è stato detto dall’organizzazione di gestione che usciranno entro 28 giorni (lo standard stabilito per la vita anti-squat). In Krimpen aan den IJssel, lo stesso vale per il residenti anti-squat di un’ex scuola di musica† Il comune di Edam-Volendam sceglie per una ex casa di riposo di una settantina di stanze a Edam come rifugio† Nell’edificio sono però già abitate dodici stanze antisquat. Questi residenti possono rimanere, ma devono trasferirsi al piano terra, gli ucraini si trasferiscono ai piani superiori.

READ  Preclusione del conto corrente se non paghi prima di metà dicembre

Gli attuali residenti affermano di capire che gli ucraini devono essere curati. Ma trova aspro che di conseguenza perdano il loro spazio vitale. Alcuni temevano di finire in strada, la vita anti-squat era solo un’opzione per loro poiché non c’erano altre alternative in un mercato immobiliare ristretto senza precedenti.

Salina van Offeren, residente anti-squat dell'ex scuola di musica a Krimpen aan den IJssel.

Salina van Offeren, residente anti-squat dell’ex scuola di musica a Krimpen aan den IJssel. © Frank de Ro


Citazione

Rendere le persone intercambiabili senza offrire un’alternativa è antisociale. Tutti meritano un alloggio sicuro.

Abel Heijmans, Forme abitative precarie

“Rendere le persone intercambiabili senza offrire un’alternativa è antisociale. Tutti meritano un alloggio sicuro”, afferma Abel Heijmans di Bond Precaire Woonvorm. “La flessibilizzazione e la rimozione dei diritti di locazione da parte del governo possono facilmente portare a tensioni tra i gruppi che vivono in condizioni di precarietà. Questo rischio è loro imposto da un governo in fallimento. , che non può garantire di per sé il diritto all’alloggio, è bizzarro.

“È il rischio”

Il comune di Krimpen aan den IJssel afferma che “le persone non vengono semplicemente messe in strada” e vuole parlare con i residenti della scuola di musica. Nel comune di Westerkwartier, che comprende Zuidhorn, dice un portavoce di RTV Noord:,,Suona aspro e aspro, ma questo è il rischio di una vita anti-squat.”

Con gli alloggi anti-occupazione, i proprietari impediscono che un edificio sia vuoto o che sia effettivamente occupato. I residenti anti-squat pagano un affitto basso, ma hanno anche meno diritti. Zwerfkei Beheer, che gestisce molte proprietà nel Randstad, afferma che “attualmente c’è una forte domanda di grandi aree di accoglienza”. “Ma terremo sempre in considerazione i residenti”.

Anche il palazzetto dello sport Wielewaal di Rotterdam è stato preparato per la prima accoglienza dei rifugiati ucraini.

Anche il palazzetto dello sport Wielewaal di Rotterdam è stato preparato per la prima accoglienza dei rifugiati ucraini. © Jeffrey Groeneweg

Guarda tutti i nostri video di vita qui:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *