Addio ai cari del vincitore dell’Eurovision Song Contest: “Probabilmente sarà chiamato a combattere” Eurovision 2022 a Torino

Con immaginiIl contrasto non avrebbe potuto essere maggiore questo pomeriggio sul marciapiede davanti all’Hotel Universo tre stelle nella città italiana di Torino. La sera prima, l’ucraino Oleg Psioek ha vinto l’Eurovision Song Contest con altri membri del gruppo Kalusha Orchestra, mezza giornata dopo ha salutato la sua fidanzata Oleksandra per tornare nel suo paese d’origine. Deve fare rapporto, perché in qualsiasi momento può essere chiamato dall’esercito per combattere i russi.

I membri della band hanno posato sul marciapiede per le foto di fan e passanti e hanno firmato autografi. Nel frattempo hanno depositato i bagagli in diversi taxi in attesa che li avrebbero portati a un’intervista alla RAI. Per partecipare al festival della canzone, avevano ricevuto un permesso speciale dalle autorità ucraine per lasciare la loro patria. Poiché infatti tutti gli uomini tra i 18 ei 60 anni devono rimanere in Ucraina, possono essere chiamati dall’esercito per combattere contro i russi. I cinque membri del gruppo devono tornare domani.

E così i fan e i giornalisti presenti hanno visto Oleg – con indosso il suo caratteristico berretto rosa – baciare la sua ragazza sulla bocca. Sasha Tab, il cantante di supporto della band, ha detto addio a sua moglie e ai suoi due figli. Erano fuggiti dall’Ucraina e dalla guerra un mese prima. Vivevano già in Italia. La moglie di Tab pianse mentre suo marito teneva la figlia tra le braccia, la salutò e salì sul taxi.

Leggi di più sotto la foto

Il cantante Sasha Tab saluta sua moglie Juliia Slobodianik e i loro due figli. © AP

“Tutte le madri”

La Kalush Orchestra ha vinto ieri sera la finale dell’Eurovision Song Contest di Torino. Il loro numero Stefania, che parla della madre di Psukk, divenne rapidamente il canto di guerra degli ucraini durante la guerra. Il numero è diventato un simbolo per la “patria” e per i soldati a cui manca la madre.

READ  Lucy Salani (98) è una transessuale, è sopravvissuta a Dachau ed è stata abusata

Dopo la loro esibizione, Oleg sul palco ha chiesto aiuto al mondo per l’Ucraina, Mariupol e il reggimento che si sono difesi nello stabilimento di Azovstal. Poco dopo la vittoria, la band ha pubblicato un nuovo video musicale per la canzone. La clip contiene filmati crudi di guerra dall’Ucraina, donne in uniforme da combattimento. ,,Ecco come vediamo ora le nostre madri ucraine. Stiamo cercando di diffondere il messaggio su come appare l’Ucraina in questo momento”, ha spiegato Oleg. Il video ha rapidamente guadagnato milioni di visualizzazioni.

Da leggere anche: Festival della Canzone Italiana: Mika con cappellino, figurine incollate e… Moldova (Premium).

Lotta

Domani il gruppo volerà in patria, ma cosa farà poi Psioek non lo sa ancora, ha chiarito ieri. “È la prima volta che vinco l’Eurovision Song Contest”, ha detto con una risata. “Ma come tutti gli ucraini, siamo pronti a combattere fino alla fine”.

“Nel mio caso, è molto probabile che sarò chiamato a combattere”, ha detto in precedenza in un’intervista alla rivista pietra rotolante† ,,Ognuno deve fare il proprio dovere in questa guerra, se richiesto.” Fino al momento dell’intervista, condotta prima del Concorso della Canzone, due dei suoi amici nell’esercito erano morti combattendo i russi. Avevano 26 e 27 anni. Ad essere onesti, è difficile parlarne”, ha detto Oleg in quel momento.

Oleg Psioek mette una borsa nel bagagliaio di un taxi in attesa.
Oleg Psioek mette una borsa nel bagagliaio di un taxi in attesa. © AP

Un ultimo bacio da Oleg alla sua amica Oleksandra.
Un ultimo bacio da Oleg alla sua amica Oleksandra. © AP

PAPÀ
© AP

In una conferenza stampa dopo il festival della canzone, Oleg Psioek, il leader della Kalush Orchestra, ha già dichiarato di essere pronto a combattere nella guerra con la Russia:

READ  "Il Feyenoord finisce a Zoet in cerca di un portiere"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.