Perché il rilevamento di abusi sui minori online nelle app di chat viene criticato | ADESSO

Le aziende tecnologiche devono fare molto di più per contrastare la diffusione degli abusi sui minori online, se necessario alla Commissione europea. Nessuna persona sana di mente sosterrà che la condivisione di testi e immagini relativi agli abusi dovrebbe essere interrotta. Ma il modo in cui Bruxelles la vede ha profonde conseguenze per la privacy di tutti i cittadini europei, affermano i critici.

I servizi di chat, gli host e altre piattaforme tecnologiche devono analizzare i messaggi degli utenti per vedere se, ad esempio, viene condivisa materiale pedopornografico. Una ricerca nobile, ma dal punto di vista della privacy ci sono molte critiche. Molti servizi di chat utilizzano la crittografia end-to-end, quindi i messaggi sono visibili solo al destinatario e al mittente. Anche i creatori delle applicazioni non possono leggere il contenuto dei messaggi.

Secondo Europol Le app di chat crittografate hanno ridotto l’incidenza degli abusi sui minori registrati. Attualmente, solo la vittima o l’aggressore può denunciare l’abuso. Inoltre, è possibile leggere i metadati, che mostrano quando c’è stato un contatto tra le persone. Ma quale fosse il contenuto rimane nascosto.

La Commissione europea scrive nella sua proposta che la crittografia è “essenziale per la sicurezza informatica e la protezione dei diritti umani fondamentali come la libertà di espressione, la privacy e i dati personali”. Allo stesso tempo, rende più difficile, se non impossibile, l’individuazione della pedopornografia. Questo crea rifugi per i trasgressori che possono condividere liberamente immagini illegali, dice Bruxelles.

Esistono varie idee per rilevare la diffusione degli abusi sui minori online. Con la tecnologia analisi del dispositivo lato client sarebbe comunque possibile eseguire la scansione di questi tipi di conversazioni alla ricerca di contenuti dannosi. A tale scopo vengono utilizzati database contenenti foto di noti abusi. I dati di queste immagini (o testi) possono quindi essere confrontati in modo completamente automatico con le immagini condivise nelle chat, anche se crittografate.

READ  La destinazione preferita degli italiani per il 2022 è la Toscana, che segue

Rovistando tutto per abuso

Rejo Zenger del movimento per i diritti civili digitali Bits of Freedom afferma che non è possibile per le aziende tecnologiche rilevare da sole immagini di abusi. Lo confronta con un catalogo di carte. “Supponiamo che tu stia cercando le immagini di una mela e una banana. Quindi devi guardare tutte le immagini nel catalogo delle carte per vedere quali carte mostrano una mela e una banana”.

Sono stati ascoltati anche altri critici. Il CEO di WhatsApp Will Cathcart ha scritto su Twitter di essere deluso dal fatto che il disegno di legge “non protegge la crittografia”. crittografo Matteo Verde della Johns Hopkins University ha definito la proposta “la cosa più spaventosa” che avesse mai visto. “Lasciami essere chiaro cosa significa: gli algoritmi sono usati per leggere i tuoi messaggi al fine di capire cosa stai dicendo.”

Nessuno mette in dubbio le intenzioni della Commissione Europea di contrastare la diffusione degli abusi sui minori. “Ma non sono ben informati”, dice Zenger. “Questa proposta è tecnicamente praticamente irrealizzabile e contraddice la legislazione europea sulla privacy”.

“Pericolo dell’apertura di Internet”

È in gioco la natura privata di Internet, afferma Zenger. “Als dit wordt doorgevoerd, kun je er niet meer op vertrouwen dat niemand meeleest bij versleutelde chats. Dan word je voorzichtiger. Het open karakter is juist heel belangrijk, juist ook voor kinderen. Als autoriteiten mee kunnen lezen, kunnen mensen met verkeerde intenties dat anche, pure.”

Quindi è possibile che le autorità vogliano cercare anche altri messaggi (criminali) in un secondo momento. “Questo tipo di infrastruttura è sempre truccata con obiettivi ambiziosi”, afferma Zenger. “L’abbiamo visto in passato, ad esempio, con le telecamere targate, che avrebbero dovuto combattere la tratta di esseri umani alla frontiera. Dopo alcuni anni si è rivelata utile per rilevare altre forme di criminalità e ora vengono usato anche per quello”.

READ  West vuole paralizzare il traffico dei pagamenti in Russia, le banche russe di Swift

Ci sono alternative, pensa Zenger. “I crimini sessuali sono spesso archiviati, la polizia è a corto di personale. Inoltre, la maggior parte delle immagini illegali sono ospitate su server europei. Perché non dedicare più energia a fare qualcosa su questo argomento?”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.