Al Panzero di Rotterdam ti immagini in un’idilliaca piazza italiana

Le cose non vanno così bene a Rotterdam con il pranzo caldo. Rimane difficile attrarre un numero sufficiente di clienti, soprattutto al di fuori del segmento business.

E questo mentre siamo spesso pieni di lodi per la cultura del pranzo in altri paesi. In Italia o in Francia è un gioco da ragazzi. Lì ti siedi in un posto accogliente al sole sotto i platani. Mangiamo prodotti locali freschi, sempre un po’ meglio di qui, preparati con amore secondo la ricetta della nonna e cose ancora più idilliache. Se solo avessimo quello.

Ebbene… che ne dite di Panzero, uno dei ristoranti di Botersloot? Lì servono cibo di strada italiano senza pretese dalla Puglia, il tacco d’Italia. La regione è nota per il cucina povera: la “cucina povera” che riesce a trasformare ingredienti semplici come pane (raffermo) e pomodori in qualcosa di fantastico.

Al Panzero sono specializzati in panzerotti, involtini di pizza fritti ripieni di mozzarella, pomodori e altro. La frittura rende l’impasto un po’ fragile, un po’ come un soufflé al formaggio, anche se sembra un po’ irrispettoso. Lo chiamano loro stessi una tasca di perfezione di pasta fritta† In combinazione con un topping di mozzarella fusa e pomodoro, un boccone di panzerotto produce almeno 100 dolce Vitasottolineare. Altri condimenti includono ‘nduja (una salsiccia spalmabile piccante) o tonno a scatti. Esiste anche una versione vegana con zucchine, melanzane, basilico e hummus ‘pugliese’. Per le persone che hanno paura del grasso, possono anche essere cotti al forno.

Quando abbiamo visitato, la terrazza dietro l’azienda era piena di espatriati e studenti stranieri che si godevano la calda giornata di primavera con stile. Ci sono uomini belli con occhiali da sole scuri. Arriva una mamma italiana, i bambini vestiti da colletti bianchi.

READ  Covid, le ultime notizie e il bollettino del 18 ottobre. DIRETTO

La cameriera si occupa di tutto da sola. È così impegnata che ogni tanto si rompe un bicchiere nel ritmo frenetico – scuote la testa, delusa di se stessa. Non c’è bisogno di niente, bastano il suo impegno e il suo buonumore.

“Cosa sarà, un aperol o uno spritz al limoncello?” inizia il sole. Allettante, ma optate per una limonata frizzante al gusto di arancia rossa. Successivamente si passa ad un bicchiere di vermentino, un vino bianco con una piacevole leggera amarezza ammandorlata nel retrogusto.

Il nostro antipasto classico sarà la bruschetta: una grossa fetta di crostino croccante di Altamura, un pane con il proprio nome originario protetto. Ha il sapore di un piatto intero con poco olio d’oliva, ma anche il condimento di pomodori, cipolle rosse e stracciatella (una mozzarella più umida e filante) non è una punizione.

Ordiniamo Lu Purpu (dialetto pugliese per polpo). Quattro tentacoli con estremità croccanti e uno carnoso morso sdraiati su humus grossolano. Il mosto è buono e speziato, ma non vellutato come pubblicizzato. Qua e là spunta fuori un cece, e non credo ci sia posto neanche il pezzo di carciofo.

C’è anche un po’ di quella stracciatella rinfrescante, così come i pomodori pelati e leggermente canditi. Tutto sommato un piatto molto buono, tra il caldo e il freddo.

READ  I repubblicani britannici si crogiolano nei guai della famiglia reale

Anche noi non abbiamo potuto resistere a provare la Parmigiana (dalla ricetta di Mamma Anna). Questa casseruola di melanzane è così tenera che puoi quasi mangiarla con un cucchiaio. Eppure non mancano i salati, né lesinare sul parmigiano o sul suo omologo pugliese.

Assicurati di risparmiare un po’ di spazio per la torta di lava al pistacchio. L’ho mangiato durante la mia prima visita in questo posto, in una giornata un po’ noiosa. Dopo questa torta calda quasi traboccante di crema al pistacchio, mi sono stufato di nuovo.

Quindi: ci sistemiamo al sole in una piazzetta accogliente sotto un nocciolo (!), mangiamo deliziosi piatti fatti con amore, ecc, ecc. Se questo pranzo continua a non funzionare, non so cosa funzionerà.

Pacchetto Pisca è un critico gastronomico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.