Atalanta, Gasperini: "Peccato, ci sembrava di essere in semifinale"

Atalanta, Gasperini: “Peccato, ci sembrava di essere in semifinale”

LISBONAÈ fantastico rimpiangere, ci siamo avvicinati molto ed eravamo molto vicini. Sembrava che potessimo farlo, poteva essere uno grande azienda“. Quindi il tecnico diAtalanta Gian Piero Gasperini dopo l’amara sconfitta con il PSG è arrivato solo nei minuti di recupero che ha estromesso gli orobici Finale Otto. Rimane comunque la soddisfazione per l’esperienza, una Champions in crescendo. Sembrava fatta, nonostante le difficoltà. In questo tipo di competizione gli avversari hanno alcuni giocatori esperti e tra i più forti al mondo, Mbappe e Neymar hanno rivitalizzato le loro azioni. I ragazzi hanno dato davvero tutto, non posso fare a meno di ringraziare i ragazzi: fare di più è stato difficile “.

“La squadra ha dato tutto, siamo contenti lo stesso”

Ancora Gasperini: “La Champions è una competizione molto speciale, è la competizione degli episodi e dei dettagli, quelli che quando c’è equilibrio determinano il risultato. Sebbene Mbappe fosse arrivato al 90 ° minuto, abbiamo avuto delle possibilità Djimsiti o riavvii che avrebbero potuto essere fatti meglio. Ma avevano una gamba e una qualità, tipo Mbappe e Neymar, un altro livello. Abbiamo giocato con le nostre armi e l’obiettivo di Pasalic mi ha ricordato quello di Ilicic a Valencia, poi quello di Hateboer … ultimamente è vero che siamo stati meno brillanti davanti, ma abbiamo sostituito Ilicic con i centrocampisti. Non avevamo l’attaccante che riusciva a ottenere il massimo dall’area di rigore. Ho tenuto Muriel per il secondo tempo e per fare il cambio. Ma a parte le cose tecniche da cui dovremo imparare, va bene. Cosa dico a Bergamo? Ne abbiamo trovati tanti fan qui fuori, ma la nostra gente festeggerà lo stesso per il nostro senso di appartenenza. La squadra ha dato tutto e abbiamo risorse illimitate come entusiasmo e passione, stasera le mettiamo e va bene così. In futuro cercheremo di migliorarci ancora di più ma dobbiamo esserlo contento lo stesso”.

ATALANTA-PSG 1-2: LA CRONACA

“Usciamo scusa, ci siamo sentiti in semifinale, ma è tutto straordinario e proveremo a migliorare nella prossima stagione. Anche se non nei risultati perché è difficile (ride, ndr). Combatti per questo scudetto? Non possiamo, quest’anno è stato speciale ma è innegabile che diventeranno grandi squadre che sono finite dietro di noi Di Più forte. Non partiremo mai con l’obiettivo dello scudetto, ma sempre con quello di migliorarci: poi il risultato della stagione dipenderà da tante cose. Arrivano gli obiettivi strada facendo, ma l’Atalanta ha mosso molto l’asticella. Nel frattempo siamo felici di tornare ai prossimi turni, ma ora lasciamo passare la notte … ” ha concluso Gasperini.

READ  Juve, hai il tuo attaccante. Atteso Dzeko a Torino: sua la maglia numero 9

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *