avviso importante di Poste Italiane

Attenti all’avviso pubblicato da Poste Italiane relativo ai conti correnti postali inattivi. Quindi entriamo nei dettagli e vediamo cosa c’è da sapere a riguardo.

Foto © Adobe Stock

io i soldi non garantiscono la felicità ma aiutano, senza dubbio, a risolvere molti problemi. Dalle bollette di acqua, luce e gas, ai vestiti, al cibo, infatti, sono tante le volte che ci troviamo a dover pagare i soldi. È proprio per questo motivo che non sorprende che molte persone si rivolgano al mondo di risparmio, per avere sempre qualche euro in più a cui attingere in caso di necessità.

Allo stesso tempo, ricordi sempre che non dovresti mai esagerare, finendo, ad esempio, per non toccare i tuoi soldi. Lo sa bene posta italiana che ha pubblicato un parere sui cosiddetti libretti di risparmio dormienti. In particolare, va notato che gli stakeholder hanno ancora tempo limitato e per questo è meglio sbrigarsi. Ma perché e soprattutto cosa sta succedendo? Quindi entriamo nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere al riguardo.

Spid Poste Italiane paga, ma attenzione: gratis è possibile, come si fa

Libretti di risparmio inattivi, avverte Poste Italiane: che succede

Qualche giorno fa abbiamo visto insieme come ottenere tassi di interesse più elevati con Poste Italiane è possibile. Oggi, invece, concentreremo la nostra attenzione su un avviso pubblicato da Poste Italiane in merito alla cd conti di risparmio dormienti. Questi ultimi, ricordiamolo, altro non sono che i libretti non gestito dal proprietario per oltre 10 anni.

Ma non solo, non sono soggetti a procedure o blocchi operativi che impediscano l’elaborazione di somme e che abbiano un saldo superiore a 100 euro. Ebbene, consultando il sito ufficiale di Poste Italiane è possibile consultare il elenco dei libretti dormienti ordinati per numero ID dell’ufficio postale.

READ  Euro95 già finito in alcune stazioni di pompaggio dopo il picco di folla lo scorso fine settimana | instagram

Libretti dormienti, avverte Poste Italiane: attenzione alle tempistiche

In particolare, sulla base dell’ultimo elenco pubblicato, i titolari dei libretti in questione devono recarsi presso un ufficio postale entro il 21 giugno 2022. In questo modo sarà possibile registrare il proprio libretto. In caso contrario, i libretti in questione si estingueranno, con il trasferimento del denaro al Fondo gestito dalla Consap.

Ma non solo, i possessori di libretti dormienti il ​​31 agosto dovranno recarsi in qualsiasi ufficio postale entro 29 marzo 2022. Questo, come già detto, sempre al fine di consentire il censimento del registro del proprio libretto. Diversamente, dopo tale data, il libretto si estinguerà e il denaro destinato al fondo gestito dalla Consap.

Tessere verde d’obbligo, nuova stretta: quanto costa portare i tamponi al lavoro

Libretti di risparmio inattivi, avverte Poste Italiane: cosa c’è da sapere

Da quello che possiamo vedere dal Sito di Poste ItalianeInoltre, vale la pena ricordare che il “i titolari di Libretto che abbiano ricevuto da Poste Italiane una comunicazione in cui viene segnalata la dormienza del Libretto, al fine di evitarne l’estinzione e il trasferimento dei saldi relativi al suddetto Fondo, sono tenuti a inviare una comunicazione all’indirizzo indicato nella lettera ricevuto o per effettuare operazioni sul Libretto entro il termine indicato nella comunicazione stessa“. Meglio quindi che gli interessati si affrettino, per evitare di dover affrontare spiacevoli disagi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.