Bassiehof — Un’esibizione imbarazzante al Senato in video

Bassiehof — Un’esibizione imbarazzante al Senato in video

addio onda onda

Il ministro della Salute Ernst Kuipers (D66) voleva che il Senato tornasse dalla pausa natalizia per occuparsi urgentemente della sua legge sulla corona. Perché altrimenti il ​​ministro dice che non sarebbe in grado di imporre restrizioni di viaggio ai viaggiatori provenienti dalla Cina. Sciocchezze, il Senato ha accettato all’unanimità. Anche senza questa legge, potrebbe essere richiesto un test corona negativo a coloro che sono diventati viaggiatori cinesi. E è successo.

Questa riunione della commissione in cui ha parlato il senato si è svolta venerdì tramite Zoom. Che gioia vedere. Il senatore del VVD, il professor Jan Keunen, è seduto in un bar, altri visitatori sono chiaramente visibili sullo sfondo, il che significa che il senatore liberale sta senza dubbio violando una o più regole di riservatezza. Il professor Maarten Verkerk (ChristenUnie) deve sbadigliare così forte che le sue tonsille sono visibili. Il presidente del partito SGP Peter Schalk si unisce alla riunione dal sedile del copilota della sua auto in un parcheggio. Man mano che l’incontro procede, riprende la strada (sua moglie guida?). Il professor Peter Nicolaï (ex avvocato della principessa Margarita e di Edwin de Roy van Zuydewijn) del Partito per gli Animali partecipa all’incontro da uno chalet vestito con una tuta da sci. Solo il Forum per la Democrazia e l’OSF brillano per la loro assenza.

Se hai un’ora libera, hai bisogno di questo incontro basta guardare indietro. L’ultima parte è particolarmente interessante, te la ritaglio qui sotto. Perché mentre tutto sembra fatto, la presidente della commissione Margreet de Boer (GroenLinks) fa una proposta per anticipare la data in cui la legge verrà discussa. Apparentemente per accontentare un po’ il ministro.

READ  Finalmente più tempo per il paziente, ma non tutti i MMG sono stati aiutati

L’intera coalizione è poi favorevole, come un jack in a box, appare la leader del partito PvdA Mei Li Vos, che esprime anche il suo sostegno alla proposta. Alexander van Hattem, membro del PVV, è il primo a capire cosa sta succedendo. Si tratta di una messa a punto perché la proposta di data non era all’ordine del giorno: “Questo è un ciclo tra i due”. Anche il resto dell’opposizione è spiacevolmente sorpreso. De Boer torna sui suoi passi. Peter Nicolaï ha l’ultima parola e conclude che si tratta di “uno spettacolo imbarazzante”.

E ha ragione. Da un lato, il stanza di riflessione si oppone all’unanimità alla proposta di Kuipers di approvare la sua legge perché non gioverebbe alla due diligence. Ma poi la coalizione e GroenLinks/PvdA cercano di accelerare il processo legislativo. Per fortuna è in video.

Le elezioni provinciali non sono in ritardo di un giorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *