Blog dal vivo |  “La Russia non ammette media stranieri a Zaporizhzhya

Blog dal vivo | “La Russia non ammette media stranieri a Zaporizhzhya

Internazionale2 set. 22 07:04Autore: Editor Web BNR

È il giorno 191 della guerra in Ucraina. In questo live blog troverai tutti gli ultimi aggiornamenti sul conflitto in corso e tutte le sue conseguenze.

La nave del grano incagliata si è rimessa a galla

07:05 | Un mercantile carico di 3.000 tonnellate di mais ucraino che si è arenato nel Bosforo giovedì è stato rimesso a galla venerdì mattina presto. Il Lady Zehma di 173 metri, targato Panama, è andato alla deriva per problemi al timone. Secondo il governatore di Istanbul, a bordo non ci sono stati incidenti. La barca è ora ancorata in sicurezza a Istanbul.

Il traffico marittimo nel trafficato Bosforo è stato ostacolato per qualche tempo giovedì dall’incidente. La Lady Zehma proveniva dalla città portuale ucraina di Chornomorsk, a sud di Odessa, in rotta verso Ravenna in Italia.

“La Russia non ammette media stranieri a Zaporizhzhya

06:00 | L’équipe de l’Agence internationale de l’énergie atomique (AIEA) qui se trouve depuis jeudi dans la grande centrale nucléaire de la région de Zaporizhzhya n’est pas accompagnée par les médias internationaux, même s’il s’agissait du rendez -voi. Il presidente ucraino Volodimir Zelensky ha dichiarato giovedì sera nel suo videomessaggio che le truppe russe consentono solo il passaggio dei media russi.

Mentre è impossibile verificare se i media internazionali siano stati arrestati nel complesso della centrale nucleare di Enerhodar, come sostiene Zelensky, è certo che il capo dell’AIEA, Rafael Grossi, giovedì non ha parlato se non con i media russi.

I filmati della televisione di stato russa mostrano come nell’intervista a Grossi siano stati utilizzati solo i microfoni dei media russi. Successivamente, lo stesso capo della delegazione di esperti ha pubblicato un video su Twitter.

READ  L'Hellas Verona resta dopo il ruolo eroico di 'Suárezje' e Ngonge in Serie A - Voetbal International

La nave del grano è bloccata

05:00 | Un mercantile carico di 3.000 tonnellate di mais ucraino si è arenato giovedì nel Bosforo. Il Lady Zehma di 173 metri, targato Panama, è andato alla deriva per problemi al timone. Secondo il governatore di Istanbul, non ci sono stati incidenti a bordo e la barca è ancorata in un luogo sicuro. La guardia costiera turca si trova nelle vicinanze.

Il traffico marittimo nell’affollato Bosforo è stato ostacolato per qualche tempo dall’incidente. La Lady Zehma proveniva dalla città portuale ucraina di Chornomorsk, a sud di Odessa, in rotta verso Ravenna in Italia.

Il capo dell’AIEA riceve molte informazioni sulla centrale nucleare

04:00 | Rafael Grossi, capo dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica (AIEA), e una delegazione di esperti hanno ispezionato giovedì pomeriggio la grande centrale nucleare nella regione di Zaporizhzhya. Il complesso di Enerhodar nell’Ucraina meridionale è stato recentemente oggetto di regolari attacchi. La Russia, che ha occupato lo stabilimento, e l’Ucraina si incolpano a vicenda per gli attacchi.

“Penso che siamo stati in grado di raccogliere molte informazioni in poche ore. Ho visto le cose principali che dovevo vedere e le spiegazioni erano molto chiare”, ha detto Grossi ai media russi che ha accompagnato il team dell’AIEA nella visita alla centrale nucleare. Il viaggio è stato ritardato dai bombardamenti “In un paio di occasioni siamo stati molto preoccupato per il fuoco pesante delle mitragliatrici e del fuoco dell’artiglieria.”

Grossi ha anche detto che la delegazione dell’Aiea sarà presente per qualche tempo. “Raccontalo al mondo”, ha detto in un video trasmesso da RIA Novosti.

READ  "Ferrari, vendetta dopo un anno buio"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *