Carenza di memoria: come riconoscerle e affrontarle

Hai una perdita di memoria costante? Non capisci perché il tuo cervello, dall’oggi al domani, ha deciso di giocarti brutti scherzi? Rilassati, non sei pazzo o vecchio, il tempo sta solo passando. Scopriamo insieme come interpretare e gestire questi segnali.

Ho frequenti blackout, non riesco a ricordare nulla, la mia memoria sta venendo meno. Diversi modi di esprimersi uno dei problemi psicologici più profondi e comuni: non riuscire a ricordare cosa ci vuole.

Il nostro cervello ha l’incredibile capacità di farlo registrare e recuperare informazioni relative alle esperienze passate, ma la memoria è una macchina tanto meravigliosa quanto delicata: quando si blocca, l’intero orizzonte della vita viene oscurato.

Il tempo vola … per tutto

MEMORIA

La memoria è una delle attività del cervello che risente del passare del tempo.

Per anni si è creduto che fosse un’unica facoltà attribuibile a una particolare area del cervello. Invece, è una specie circuito formato da molte aree del cervello, costituito da gruppi di particolari cellule, i neuroni, che fissano la memoria formando specifiche reti neurali.


Leggi anche: Attacchi di panico: consigli per riconoscerli e gestirli


Fu solo negli anni ’50 che i ricercatori si resero conto che esistevano molti tipi di memoria. Ce n’è solo uno a breve termine, che mantiene un numero molto limitato di elementi (parole, lettere, numeri) per pochi minuti e questo lungo termine, che consiste nell’archiviare una quantità potenzialmente illimitata di informazioni da richiamare quando necessario.

L’efficienza della memoria dipende anche dall’umore (chi è depresso ha più difficoltà a ricordare) e stato emotivo (ricordiamo gli episodi che ci hanno colpito di più).

READ  Previsioni del tempo, tendenza alla straziante ondata di freddo nella prima decade di gennaio

Ecco perché la memoria a volte gioca “brutti scherzi”: basta che il circuito si blocchi o che qualcosa sembri noioso, perché il cervello non lo ricordi. Rilassati, non devi essere buttato fuori!


Vito Girelli

Master 2 Comunicazione pubblica, digitale e aziendale
Esperto in: benessere e lifestyle


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *